Susina dello Shropshire

Arca del Gusto
Torna all'archivio >
Susina dello Shropshire

Shropshire Prune

La Susina dello Shropshire (Prunus domestica, subspecies insititia) è una sottospecie della prugna, probabilmente un’ibridazione con la susina selvatica. E’ di ascendenza illustre, essendo stata introdotta nel Regno Unito dai Romani. Il primo documento scritto che testimonia la sua presenza qui risale al 1676. La prugna dello Shropshire è un frutto di piccole dimensioni (1cm x 1cm), drupaceo, duracino, di forma ovale e appuntita ad un estremo. Da cruda, presenta buccia di colore che varia dal blu scuro all’indaco e polpa giallo-verde. Cotta, la polpa prende un colore rosso eccezionalmente intenso. Ad aprile gli alberi danno una magnifica fioritura bianca e, se il tempo è buono, i frutti sono pronti da raccogliere fra settembre e ottobre. L’apparire della sua notevole fioritura viene festeggiato dalle comunità locali. Per quanto riguarda il sapore, la Susina dello Shropshire rappresenta l’essenza stessa della prugna, e si presta in maniera eccellente alla preparazione di piatti sia dolci, come marmellate e gelatine, che salati, come chutney e salse. La Susina dello Shropshire è anche alla base della preparazione di una serie di bevande alcoliche come il vino di susine, il liquore di susine e il gin di susine. Gli alberi della Susina dello Shropshire sono un tratto distintivo del paesaggio locale, che col succedersi delle stagioni è caratterizzato d’inverno dalle forme nodose degli alberi più antichi, a primavera dalla bianca fioritura e d’autunno dal viola intenso dei frutti. Le siepi a coltura mista, compresa la prugna dello Shropshire, sono tipiche della regione, e costituiscono un’ottima fonte di cibo per bestiame e uccelli. La Susina dello Shropshire era un tempo diffusa in Shropshire, Herefordshire, Worcestershire e Montgomeryshire, nei frutteti e come pianta da siepe. Una susina simile è presente anche nel Lake District, dove si pensa che l’antenato comune abbia abbia dato luogo a un ibrido leggermente diverso per adattamento al microclima locale. La susina è anche presente nel Kent. Molti alberi di Susina dello Shropshire furono piantati nel XIX secolo per ricavarne pigmento. I raccolti venivano inviati, per esempio, nei cotonifici del Lancashire dove si producevano uniformi kaki, nel Kidderminster per I trappeti, a Ludlow per i guanti. La tradizione di preparare alimenti a base di Susina dello Shropshire è ancora viva in quest’area fondamentalmente rurale, dove il clima può essere molto rigido ed è storicamente radicato l’uso di accumulare scorte per l’inverno.

Torna all'archivio >

Altre informazioni

Categorie

Frutta fresca, secca e derivati