Riso rosso ulikan di Kalinga

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Ulikan

Ulikan, come viene chiamato nella provincia di Kalinga, è una varietà di riso autoctona della specie Oryza sativa subsp. indica. Si tratta di un varietà non appiccicosa, a grani lunghi, aromatica e di color rosso. Ha un alto rendimento (tra 2,2-3,8 tonnellate per ettaro), con un il maggior numero medio di chicchi di riso per grappolo di fiori con una media di 315. E’ indistruttibile e resistente a parassiti e malattie. La pianta è alta, 120-140 cm di altezza, e ha un ciclo di crescita di 4-7 mesi dalla semina alla raccolta. La varietà si adatta sia a quote basse che alte ed è nota per le sue basse richieste. Può essere coltivata sia nella stagione umida che secca. La semina principale avviene tra dicembre e gennaio con la raccolta in maggio o giugno; ma un raccolto secondario può anche essere piantato a luglio con una raccolta nel mese di novembre. Questa varietà ha un profumo meraviglioso di terra quando si cucina, e un sapore delicato quando viene mangiato. Il chicco è sostanzioso e con una buona consistenza che lo tiene insieme anche durante la cottura. Il riso rosso dalla Kalinga e Ifugao è un elemento basilare e viene semplicemente cotto e servito con legumi secchi, fagioli mungo e verdure da raccolta.

In Kalinga il riso rosso è sinonimo ai comuni di Lubuagan e Pasil, nella valle del fiume Pasil. La varietà si è moltiplicata ed è diventata la fonte principale di cibo per le comunità circostanti, viene spesso data in dono alle coppie di sposi come augurio di prosperità e sicurezza alimentare.

L’importanza di questa varietà di riso è documentata nelle storie orali della zona. Nella zona Pasil di Kalinga, una leggenda narra che quando il grande leader likan delle tribù Taguibong morì durante una battuta di caccia, questa varietà di riso crebbe sui suoi resti. La tribù ha portato a casa questi semi e li ha piantati in ricordo del proprio leader. Si diceva che il colore rosso era un segno della felicità di likan per gli onori che i suoi discendenti gli concedevano. Il nome ‘ulikan’ significa che likan continuerà a vivere finché anche il riso lo farà. Nella zona Lubuagan di Kalinga, un’altra storia dice che questa varietà cresceva selvatica da tempo immemorabile. È stata addomesticata dalle popolazioni locali che erano rimaste affascinate dal suo chicco rosso. Secondo la leggenda locale, i semi devono essere piantati prima del sorgere del sole e la luce del giorno di Kabunyan (dio delle popolazioni indigene) colora il chicco di rosso.

Questa varietà di riso rosso viene piantato mescolato con altre varietà tradizionali in oltre circa 200 ettari di terreno, anche se non si sa esattamente quanta terra è dedicata specificamente a questa varietà. Viene coltivata sia per il consumo personale che per la vendita al mercato e rappresenta un’importante fonte di reddito per gli agricoltori di questi villaggi remoti. Tuttavia, le generazioni più giovani stanno lasciando la zona in cerca di lavoro in altri settori, abbandonando le terrazze di riso ad alta quota, e questo unico varietà di riso autoctona.

Torna all'archivio >

Altre informazioni

Categorie

Cereali e farine

Comunità indigena:Kalinga, Ifugao