Raki di cocomilio

Torna all'archivio >

La presenza macedone sul territorio albanese è abbastanza comune; questa minoranza risiede soprattutto nell’area di Prespa, nella regione geografica del Gora e nel Gollobordo.
La regione del Gollobordo si trova nella parte orientale dell’Albania, zona molto interessante poiché rimasta isolata per buona parte del XX secolo e che è abitata da una maggioranza macedone ed una minoranza albanese entrambe di fede musulmana.
In quest’area è abbastanza in uso preparare una bevanda distillata utilizzando il cocomilio (Prunus cocomilia). La raccolta di questo frutto selvatico è un tratto molto caratteristico di quest’area e della minoranza macedone.
L’albero ha delle dimensioni che possono raggiungere al massimo i 5 metri di altezza, le foglie sono oblunghe mentre i frutti ovali e di colore rosso. Cresce negli altopiani carsici, caratteristici di questa regione. I frutti vengono raccolti, pressati e lasciati fermentare. A volte per facilitare l’avvio della fermentazione viene aggiunto dello zucchero; successivamente si distilla. La raki di cocomilio ha un odore e un sapore molto particolare.
Oggi il comilio non è diffuso ed è difficile da trovare, infatti la popolazione locale ne produce sempre meno.
Si beve in occasioni speciali e dopo i pasti come digestivo.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneAlbania
Regione

Dibër

Area di produzione:Klenjë

Altre informazioni

Categorie

Bevande distillate e fermentate

Segnalato da:Andrea Pieroni