Pecora St. Croix

Arca del Gusto
Torna all'archivio >
Pecora St. Croix

La pecora St. Croix è una razza che proviene dalla famiglia delle pecore a pelo lungo giunte nei Carabi, in parte dall’Africa occidentale e in parte da alcune zone dell’Europa agli inizi del 1600. La razza caraibica si è ben adattata al clima caldo e agli elevati tassi di umidità. Il pelo lungo non rende necessaria la tosatura ed è anch’esso un elemento che si è sviluppato nel tempo per meglio adattarsi all’ambiente circostante. Si sono inoltre sviluppate altre razze minori all’interno di questa stessa famiglia. Le razze Barbados e St. Croix sono anche allevate in Nord America. L’adattamento ai fattori climatici si manifesta in diversi modi. Questa razza è più resistente ai parassiti di altre razze ovine. È di taglia piccola: le femmine pesano all’incirca 68 kg e i maschi arrivano fino a 90 kg. Le femmine diventano fertili già dopo 6 mesi dalla nascita e i parti sono spesso gemellari. Producono molto latte e di norma partoriscono due volte all’anno. La carcassa della St. Croix può essere paragonata a quella della pecora Rambouillet, anche se la St. Croix ha una resa superiore (circa 23% in più) in quanto le ossa sono più piccole e la carne meno grassa. La carne è tenera e di sapore delicato. La pecora St. Croix non ha bisogno di particolari attenzioni. Viene spesso allevata in terreni a rotazione in quanto mantengono l’erba allo stesso livello e la difendono anche dagli attacchi di parassiti. Grazie alla sua tolleranza al freddo, questa razza può essere allevata in molte zone del Nord America. Nelle zone più fredde ha sviluppato una pelliccia più spessa, che viene poi tosata in primavera. La piccola taglia e l’alta fertilità la rendono una razza adatta ad essere allevata in fattorie di piccole dimensioni. Attualmente i capi di St. Croix sono in aumento ma sono tuttavia ancora rari. La razza è infatti inclusa nella lista delle razze in pericolo di estinzione redatta dalla ALBC (American Livestock Breeds Conservancy – organizzazione americana per la conservazioni delle razze animali): solo 1000 individui sono stati individuati negli Stati Uniti e meno di 5000 in tutto il mondo. La razza viene allevata nei Caraibi, e in particolar modo a St.Croix nelle Isole Vergini. La maggior parte dei capi sono bianchi e senza corna (quella che viene anche chiamata la pecora bianca delle isole Vergini) anche se alcune razze locali presentano colorazioni e tratti distintivi: alcune sono nere, altre maculate. Pare esistano due diverse razze. Una è stata allevata solo sulla terra ferma nel nord America e non è ancora stata reintrodotta nella regione caraibica. La razza originale St. Croix ha un patrimonio genetico più ampio e continua ad essere allevata sulle isole Vergini.   Quest’ultima è stata protagonista di un progetto portato avanti dall’Università di Agricoltura Sperimentale delle Isole Vergini. Nel 1975 il dottor Warren Foote dell’università dello Utah importò nelle isole Vergini americane 22 pecore femmine e 3 arieti. I capi importati avevano il pelo bianco, erano senza corna ed appartenevano alla razza locale chiamata St. Croix. Gli agnelli nati da questo gruppo vennero a loro volta selezionati per la conformazione. Questo processo ha portato allo sviluppo della razza terrestre St. Croix che oggi viene considerata come standard in tutti gli Stati Uniti. Dal punto di vista genetico, entrambe le razze appartengono alla stessa famiglia.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneStati Uniti
Regione

All country

Altre informazioni

Categorie

Razze animali e allevamento