Coniglio bruno cubano

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Conejo pardo cubano

Prima dell’arrivo dei colonizzatori la fauna cubana era costituita prevalentemente da uccelli, pesci, tartarughe e rettili. Gli animali da cortile, come il pollame e i conigli furono introdotti, infatti, solo durante la conquista spagnola.
Il coniglio marrone cubano è il risultato di diversi incroci che si sono consolidati nella metà del XX secolo, per arrivare ad ottenere una razza che si adatta molto bene alle condizioni climatiche cubane. Tale lavoro è legato alla cessazione dell’entrata nel paese del Coniglio Gigante Marrone, proveniente dalla Spagna, che era la razza predominante nella prima metà del secolo passato. Per mantenere gli animali con un colore marrone, gli allevatori si trovarono costretti ad iniziare gli incroci con altre razze esistenti, selezionandole per il colore.
Specificatamente, il coniglio marrone cubano si origina a partire dal Gigante Marrone spagnolo (Gigante Pardo Español), il rosso della Nuova Zelanda ed alcuni esemplari della razza Caoba. Questo processo ha avuto luogo prestando attenzione alla dimensione e al colore marrone: è un animale molto rustico, resistente agli ectoparassiti e capace di sopravvivere in condizioni di alimentazione molto sfavorevoli.
E’ caratterizzato da un pelo lucido di diverse tonalità di marrone, sempre più chiare verso la regione del ventre. Le orecchie sono lunghe (possono superare i 15 cm) con la punta scura e a forma di cucchiaio.
Il coniglio marrone cubano è un animale prolifico con una buona predisposizione materna e in media raggiunge un peso tra i 4,5 e i 5 kg.
A causa dello sviluppo urbano che ha avuto luogo a Cuba, questa razza è minacciata, ed è per questo motivo che sono state portate avanti azioni da parte del Governo e di istituzioni specializzate per garantire la sopravvivenza e propagazione di questa razza, che ha dimostrato di essere una delle più resistenti e radicate nelle tradizioni di Cuba.
Si tratta di una razza dotata di grande rusticità che dimostra un’elevata capacità di mantenere un adeguato tasso di accrescimento e riproduzione, con diete basate su alimenti di facile acquisizione da parte dei piccoli allevatori.
I maggiori nuclei di popolazione si trovano nelle province di La Habana, Sancti Spíritus, Artemisa, Mayabeque e Guantánamo.
La sua carne viene utilizzata maggiormente nella dieta delle famiglie cubane nelle zone rurali rispetto alla città e nei ristoranti e viene commercializzata in piccole quantità, in forma locale.

Torna all'archivio >
Antes de la llegada de los colonizadores, la fauna Cubana se constituía principalmente de pájaros, peces, tortugas y réptiles. Los animales de corral, como los pollos y los conejos fueron introducidos sólo en la época de la conquista Española.
El conejo pardo Cubano es el resultado de distintos cruces que se vieron consolidados en la mitad del siglo XX y que fueron llevados a cabo para obtener una raza que se adaptará muy bien a las condiciones climáticas Cubanas. Este trabajo fue cumplido en relación a la cesación de la llegada del conejo gigante pardo, proveniente de España, que fue la raza predominante en la primera mitad del siglo pasado. Para mantener los animales con un color pardo, los criaderos e vieron obligados a empezar a cruzar estos conejos con otras razas existentes, específicamente el rojo de Nueva Zelanda y algunos ejemplares de Caoba. El conejo pardo Cubano es un animal muy rústico, resistente a los ectoparásitos y capaz de sobrevivir con condiciones alimentarias desfavorables.
Este animal que puede llegar a pesar entre 4.5 y 5 kg es caracterizado por un pelo lucido con distintas tonalidades de marrón, más claras cerca de la panza. Sus orejas son largas (pueden superar las 15 cm) con la punta oscura y en forma de cuchara.
Por el desarrollo urbano alcanzado en Cuba, dicha raza se ha visto amenazada, por lo que se despliegan acciones por el Gobierno e instituciones especializadas para lograr su supervivencia y propagación, ya que ha demostrado ser una de las razas más resistentes y arraigadas a las calurosas temperaturas de Cuba. Es una raza es de gran rusticidad y exhibe elevada capacidad de mantener una adecuada tasa de crecimiento y reproducción con dietas basadas en alimentos de fácil adquisición por los productores de traspatio, lo que evidencia la necesidad de su preservación. Sin duda, su cría no intensiva y selectiva puede ayudar en la sostenibilidad alimentaria de las comunidades rurales. Los mayores nucleas de población se encuentran en las provincias de La Habana, Sancti Spíritus, Artemisa, Mayabeque y Guantánamo.

Territorio

NazioneCuba
Regione

Guantánamo

Sancti Spíritus

Altre informazioni

Categorie

Razze animali e allevamento

Segnalato da:Hortensia Martínez del Valle