Cannella di Cebu

Torna all'archivio >

Kaningag

Il Kaningag è un albero di dimensioni medio-piccole appartenente al genere cinnamomo; la sua altezza varia dai 4 agli 8 metri, il diametro dai 25 ai 35 cm, e presenta una corteccia esterna molto liscia. È indigeno delle foreste di Cantipla e Tabunan che si trovano nel distretto di Barangay Tabunan, provincia di Cebu (Filippine) e delle adiacenti isole di Camotes e Siquijor.
Questa specie è molto preziosa per la corteccia e per le foglie, fortemente aromatiche, entrambe impiegate sia in cucina sia per scopi curativi. I locali per curare il mal di stomaco usano masticare la corteccia oppure berne l’acqua di cottura.
Le foglie sono lisce e coriacee, lunghe circa 16 cm e larghe 11, e hanno foglie affusolate dall’estremità appuntita. Sono spesso usate come spezie. Le pannocchie sono lunghe circa 17 cm con fiori fitti e pelosi.
Non esistono studi sul frutto di questa pianta dal momento che la sua scoperta è recente: fu descritta per la prima volta nel 1986 da un botanico olandese, il Dr. Kostermanns, che ne ricevette un campione nel 1971. Non se ne conosce neppure la storia, benché la cannella di Cebu faccia parte dei 20 tipi di alberi di cannella presenti sul territorio filippino, di cui 16 sono indigeni.
Considerando il suo potenziale, molte organizzazioni si dedicano alla sua salvaguardia. La Ramon Aboitiz Foundation, Inc. (RAFI), attraverso la Native Trees Nursery, ne sta vendendo le sementi. Inoltre, alcuni esemplari sono stati piantati nella foresta di Cantipla, dove esiste una zona riservata a questa specie.
La cannella di Cebu è tra le specie ad alto rischio di estinzione (ICUN 3.1), motivo per cui è oggetto di interesse del Global Trees Campaign, un programma internazionale di difesa delle specie minacciate, che sta raccogliendo informazioni sugli usi locali di questa pianta.
La crescente urbanizzazione e l’arretramento delle foreste dovuto all’ampliamento dei terreni destinati all’agricoltura ha portato alla distruzione dell’habitat dell’isola di Cebu, fatto che rappresenta una delle minacce più grandi per questa specie. Anche l’usanza di strapparne la corteccia per scopi medicinali costituisce una minaccia, così come lo sfruttamento eccessivo, pratiche che espongono le piante a infezioni e al rischio di morte.
La salvaguardia della Cannella di Cebu, nel Cebu Centrale, va di pari passo con la difesa del ricco habitat dell’area, in cui sono presenti anche specie animali a rischio: alcuni passeri tra cui il beccafiori di Cebu, il shama nero di Cebu (Copsychus cebuensis), il bulbul pettostriato(l’Hypsipetes siquijorensis), il martin pescatore dalle redini (Todiramphus winchelli), e un pipistrello indigeno delle Filippine, il Nyctimene rabori. Occorre ricordare inoltre che, insieme alla foresta, anche le risorse idriche di Cebu sono a rischio.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneFilippine
Regione

Central Visayas (Region VII)

Area di produzione:Foreste di Cantipla e Tabunan di Barangay Tabunan, isole di Camotes e Siquijor (provincia di Cebu)

Altre informazioni

Categorie

Spezie, erbe selvatiche e condimenti

Segnalato da:Aurora Esther B. Perez