Brandy di mela

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Il brandy di mela invecchiato è un alcolico distillato a partire dalle mele invecchiate in botti di quercia per addolcirne il sapore. Il brandy di mela invecchiato è preparato facendo fermentare le mele fresche fino a diventare un sidro, che viene poi distillato. Dopo la distillazione, l’alcolico viene messo a invecchiare in botti di quercia. Un buon brandy avrà al naso la dolcezza della mela, con note di vaniglia e caramello provenienti dal legno di quercia. Il brandy di mela è un alcolico distillato originario delle colonie americane e risale al 1630. Fu distillato anche da Thomas Jefferson e George Washington. Nel 1698, il distillatore scozzese William Laird iniziò a produrre un brandy di mela invecchiato in botti di quercia nel New Jersey, nella zona nord orientale degli Stati Uniti. Fino all’inizio del 1800, le fattorie che distillavano nel nord-est trasformavano la raccolta autunnale di mele in botti piene di alcol. Storicamente radicato nelle 13 colonie originarie, il brandy di mela artigianale è attualmente prodotto da molte piccole distillerie sia sulla costa orientale sia su quella occidentale dell’America, dove il clima consente di coltivare le mele. Quasi tutto il sapere acquisito riguardo la produzione di brandy di mela invecchiato andò perso durante il periodo del proibizionismo, quando tra il 1920 e il 1933 la produzione e il consumo di alcool furono resi illegali negli Stati Uniti. Migliaia di acri di frutteti furono sradicati per impedire la produzione di sidro e brandy. Presso Mount Vernon, avendo ricostruito la distilleria che faceva parte della tenuta, oggi si produce di nuovo il brandy di mela. Il vero e tradizionale brandy di mela americano, con il suo distintivo sapore e il suo legame storico è a rischio. Il posto di questo prodotto all’interno della storia gastronomica del paese andò perduto durante il proibizionismo, quando frutteti e distillerie furono distrutti. Quando la produzione di liquori iniziò nuovamente in maniera illegale negli Stati Uniti, questa fu ampiamente slegata dalle sue radici storiche. Il brandy di mela americano è spesso confuso con “l’applejack”, storicamente riferito ad una bevanda differente. L’applejack tradizionale era un alcolico non invecchiato prodotto a partire dal congelamento del sidro fermentato, separando successivamente l’alcool non congelato. Oggi, i prodotti denominati “applejack” sono prodotti tramite la distillazione (com’è sempre stato fatto per il brandy di mela) e spesso si tratta di una miscela di brandy di mela mescolato ad altri alcolici, oppure si tratta proprio di brandy di mela denominato “applejack”, un termine che il pubblico ha adottato come slang per tutti i prodotti distillati e fermentati a base di mele. L’applejack è diverso dal brandy di mele in quanto può essere miscelato ad altri alcolici, mentre il brandy di mele deriva da 100% alcool di mele distillate. Oggi il declino di frutteti nel nord-est, in particolare di quelli che coltivano varietà di mele meno note, minaccia il proseguimento di questa tradizione. La mancata conoscenza storica di questo prodotto da parte dei consumatori, insieme alla confusione tra l’alcolico puro ed invecchiato ed altri liquori a base di mela rende difficile la differenziazione sul mercato di questo prodotto da parte di quei produttori che seguono un metodo più tradizionale.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneStati Uniti
Regione

New Jersey

Altre informazioni

Categorie

Bevande distillate e fermentate