Atole acido

Torna all'archivio >

Atole agrio, n’yha san

L’Atole acido è una bevanda legata alle comunità indigene Mazateche a nord della Sierra Madre di Oaxaca. Si tratta di un prodotto di festa consumato in occasione di alcune celebrazioni come il giorno dei morti.

L’atole viene ottenuta da un processo complesso. Il mais viene messo in ammollo per molte ore (a volte giorni), in seguito viene pestato e miscelato con acqua. La massa ottenuta viene lasciata in ammollo con peperoncini rossi secchi (Chiltepec). Il giorno seguente viene estratta, filtrata e cotta in grandi contenitori (grosse paioli) e costantemente movimentata per evitare la formazione di grumi o incrostazioni. Si ottiene l’atole di colore biancastro. A questo si aggiungono altre prodotti per colorarlo o insaporirlo.

L’atole è solitamente consumata con i fagioli Bayos o Ayocote o con una salsa a base di semi di Chiltepec e di sesamo, tostati.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneMessico
Regione

Oaxaca

Puebla

Veracruz Llave

Area di produzione:Sierra Mazateca

Altre informazioni

Categorie

Bevande distillate e fermentate

Comunità indigena:Mazateca
Segnalato da:Tania Flores Cuevas, Editado por Antonio Adam Lorenzini Johnson