Palma tepejilote

Torna all'archivio >

Tepexilot

La tepejilote è una palma dal fusto rigido, sottile, alto fino a 1 un metro e 50, foglie verdi (che, a seconda della varietà, possono essere più o meno rigide) e fiore giallo, che può essere mangiato. La pianta fiorisce a marzo e la raccolta va da novembre ad aprile, a seconda dell’altitudine. Il suo frutto si consuma fin dall’epoca pre-ispanica ed è stato a lungo un alimento di base delle famiglie indigene, ricco di ferro e proteine. Ancora oggi durante le festività è buona norma trovarlo come ingrediente di diversi piatti: con l’arrosto, con uova strapazzate insieme a pomodori e peperoncino o conservato in salamoia. Tuttavia, se consumato dopo l’apertura del baccello, diventa amaro ed è la ragione per cui non è più adeguatamente apprezzato.
Tradizionalmente, inoltre, la palma è usata per scopi medici: in caso di tosse o di mal di schiena, è consigliabile far bollire le foglie insieme all’acqua. Il tronco è utilizzato anche nell’artigianato locale (per portatovaglioli, portasigari o borse) e le foglie possono adornare gli altari presenti nelle case o in chiesa.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneMessico
Regione

Veracruz Llave

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali

Comunità indigena:Autlán, Zongolica, Chinantla
Segnalato da:Pablo Puig Tress