Tè Jang-gun di Gimhae

Torna all'archivio >

Il tè Gimhae Jang-gun è stato introdotto in Corea dalla Tailandia nell’anno 48 a.C. dalla Dinastia Ayutthaya. La regione di Gimhae-si, Gyeongsangnam-do, nella parte sudorientale della Corea del Sud ha un clima eccellente e condizioni del suolo adatte alla coltivazione del tè. In particolare, il tè Jang-sun che cresce qui appartiene alla varietà macrophyllae, con foglie più grandi e larghe rispetto ad altre varietà. Il tè è famoso per il suo sapore e il suo aroma ed è stato premiato più volte al World Tea Forum.

Il tè Gimhae Jang-gun ha una lunga e importante storia. Era conosciuto durante la Dinastia Kaya nel I e II secolo. Il nome del tè deriva dal tardo 1200, quando il re Chungryal viaggiava attraverso il Gimhae. Il re incoraggiò i suoi soldati a bere l’acqua della montagna e il sapore era così buono che gli diede il nome di Jang-gun, che diventò poi il nome del tè.

Per un certo periodo, il tè scomparve: si conosceva solo grazie a documenti scritti che lo descrivevano nei secoli. Nel 1987, tre colonie di tè Jang-gun furono scoperte su due ettari di terra. Il tè è quindi stato riscoperto a partire dagli anni Novanta del Novecento, quando alcuni contadini ricominciarono a coltivarlo. Dal 2010, 40 produttori e una cooperativa coltivano questa varietà di tè su 62 ettari per la vendita commerciale. Il Centro di Ricerca Agricola Gimhae sta cercando di promuovere la coltivazione di questa varietà attraverso visite e degustazioni, lavorando con i produttori. Molti dei contadini che coltivano questa varietà sono anziani e ci sono pochi giovani che stanno continuando la tradizione. Se non verrà più coltivata, questa varietà scomparirà.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneCorea del Sud
Regione

Gyeongsangnam-do

Altre informazioni

Categorie

Tè e infusi