Capra Tauernschecke

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Tauernschecke (Ziege)

La capra Tauernschecke è una razza montana di media statura, robusta, vitale e longeva, dalla corporatuta forte e stabile. Originaria dell’Austria, è considerata una razza polivalente e, oltre che per la produzione di carne e latte, viene utilizzata anche per la manutenzione del paesaggio in alta montagna. Come le altre razze caprine di montagna, non hanno attitudine prevalente (non sono propriamente né capre da latte, né da carne). Alcune di queste razze sono diventate molto rare e per questo motivo sono oggetto di programmi di riproduzione conservativa per la tutela della razza. L’aspetto più evidente della capra piebaldina Tauernschecke è senza dubbio il suo vello maculato, con una chiazzatura che è considerata caratteristica tipica dell’addomesticamento. Entrambi i sessi sviluppano corna. La razza ha una colorazione molto vivace: il manto piò essere tricolore, nero, marrone e bianco, o bicolore bianco e nero, con un’estensione cromatica più chiara sulla testa, che ripete l’effetto maculato del resto del corpo. Gli esemplari maschi più anziani hanno talvolta peli più lunghi sulle cosce. L’altezza delle capre femmine è di 70-77 cm per un peso corporeo di 50-70 kg, mentre per i caproni si ha un’altezza di 75-90 cm con un peso di 65-85 kg. Si nutrono dei germogli e delle erbe più pregiate, in particolare dell’ontano verde. Tra le conifere, il larice è il prediletto da questi animali. La carne ha un aroma e un sapore unici, determinati proprio dalla vegetazione alpina regionale. Gli animali venivano tipicamente allevati tra maggio e novembre.

Di questa razza caprina maculata si ha traccia fin dalla fine del XIX secolo, quando veniva allevata nelle Alpi centrali austriache, nelle valli e nei pascoli degli Alti Tauri intorno al Großglockner. Con la fondazione dell’Associazione salisburghese per l’allevamento di ovini e caprini nel 1995, il numero di allevatori è salito a circa 50, con circa 250 animali da riproduzione nel 2004. Nel 2007, la popolazione di capre Tauernschecken in Austria oscillava tra i 1.600 e i 2.000 capi, il che ne fa la razza caprina di montagna più importante delle Alpi austriache.
La carne di Tauernschecke viene consumata soprattutto a Pasqua, Pentecoste e in autunno. In particolare, le specialità regionali sono il tradizionale Osterkitz, il Kitz al forno e il Terlaner Spargelkitz, un piatto a base di carne di capra in succo di Pinot Bianco su asparagi, Kitzspeck, salsicce e polpettone. Il Kitzfleisch si caratterizza per il suo gusto meraviglioso e leggermente selvatico. La carne è particolarmente tenera perché il foraggio grezzo è particolarmente adatto alle capre e mantiene un basso contenuto di grassi. Il latte di Tauernschecke veniva utilizzato in passato per preparare l’originale formaggio Pinzgauer; attualmente gli animali vengono munti solo per il loro mantenimento. Il latte di capra è simile a quello di mucca nella sua composizione di base; contiene proteine di alta qualità, grassi facilmente digeribili ed è ricco di minerali e vitamine. La commercializzazione della carne di Tauernschecke resta però ancora difficile, dato che il consumo è legato solo a precise occasioni o periodi dell’anno; anche la domanda stagionale è molto ridotta e questo costituisce un motivo di pericolo per tutte le razze polivalenti, ritenute di scarso interesse nell’allevamento. Le capre che vengono allevate per la produzione di carne, infatti, hanno generalmente una struttura robusta e ben muscolosa su cosce, schiena, spalle e torace. La Tauernschecke è classificata come "altamente minacciata" e promossa come "razza rara".

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneAustria
Regione

Salzburg

Altre informazioni

Categorie

Razze animali e allevamento

Segnalato da:Marion Mangeng