Taro Jingoemon-Imo

Arca del Gusto
Torna all'archivio >
Taro Jingoemon-Imo

Jingoemon-Imo

Il taro ha un ruolo fondamentale nella cucina giapponese. Coltivare questo tubero è relativamente semplice e vista la grande popolarità tra i consumatori, in Giappone si producono oltre 200 varietà. Negli ultimi anni questa diversità si è drasticamente ridotta. Sulla varietà più diffusa, la Ishikawa-Wase, si concentra ormai l’80% della produzione e molte varietà tradizionali rischiano l’estinzione. Il taro Jingoemon-Imo, originario di Mamurogawa-machi, nella prefettura di Yamagata, è una di queste varietà in pericolo. Il Jingoemon-imo è conosciuto per la sua buccia sottile e i suoi aromi delicati. Se altre varietà possono risultare stucchevoli, questo tubero è invece fine e morbido, come un tortino di riso mochi appena fatto. Tradizionalmente sono molti i modi di preparare il tubero, che si adatta facilmente anche alla cucina moderna. Può essere bollito, per esempio, e poi pestato per preparare i tortini con il riso. Si possono preparare anche delle sfoglie croccanti tagliando questi tortini a fette sottili che sono poi fritte in olio bollente. Grazie alla sua consistenza particolare, il Jingoemon-imo è perfetto per lo stufato chiamato Imoni, una specialità molto apprezzata di Mamurogawa-machi. E’ ad aprile che ogni anno si piantano i tuberi. I semi sono interrati in profondità e coperti con un telo di plastica in attesa della germinazione. Come fertilizzante si usa generalmente solo il letame: l’intera produzione è sostanzialmente biologica, anche se non è stata rilasciata per il momento nessuna certificazione. La raccolta avviene tra fine settembre e inizio novembre, prima dell’arrivo del freddo. Il?Jingoemon-imo non si trova facilmente in vendita a causa della natura limitata della produzione. Attualmente è venduto direttamente ai consumatori o agli hotel e ristoranti della zona. Per proteggere questa varietà così antica, apprezzata e intrecciata con la cultura locale, è necessario sensibilizzare i produttori e i consumatori, per ampliarne un po’ la produzione.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneGiappone
Regione

Tohoku

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali