Sale del lago Retba

Torna all'archivio >

In Il lago Retba, o lago rosa, è noto per essere uno dei laghi più salati al mondo, con una salinità del 40% circa. Il colore rosato dell’acqua è dovuto alla presenza di un tipo particolare di alga (Dunaliella salina) tipica dei laghi salati. Si trova nei pressi del villaggio di Sangalkam nel distretto di Rufisque in Senegal, a 35 km a nord di Dakar. È diviso in quattro sezioni: Khar Yaala, Khoss, Virage e Daradji.

L’estrazione del sale richiede molto lavoro, generalmente svolto dagli uomini. Si ricoprono il corpo di burro di karité per proteggere la pelle dall’acqua corrosiva prima di entrare in acqua e rompere la crosta di sale che si è formata sul lago con lunghi bastoni. Il sale è quindi raccolto con pale o immergendosi e portandolo a mano. Viene poi trasportato a riva su una piroga tradizionale, dove le donne aspettano per portarlo ad asciugare in cumuli disposti accanto al lago. Ogni raccoglitore di sale usa le proprie iniziali per contrassegnare i cuoi cumuli e borse di sale. Ognuna pesa circa 25 kg ed è venduta a 700 CFA, a seconda del prezzo di mercato corrente. Prima di essere consumato, il sale dev’essere iodato. Il sale del lago rosa è usato tradizionalmente dai pescatori senegalesi per preservare il pesce, ma è anche venduto nei paesi africani vicini, come il Gambia, la Guinea, il Mali e il Benin.

Il lago Retba era originariamente un lago di acqua dolce e lo è rimasto fino gli anni successivi al 1980, quando una forte siccità cambiò la composizione dell’acqua e consentì alla popolazione locale di iniziare a raccogliere il sale. Purtroppo, il lago Retba è eccessivamente sfruttato. Con una raccolta annuale di circa 40-50.000 tonnellate di sale la biodiversità di questo ambiente particolare è gravemente minacciata. Gli abitanti del villaggio e le autorità locali vorrebbero imporre una sospensione della produzione per preservare l’ecosistema lacustre.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneSenegal
Regione

Dakar

Altre informazioni

Categorie

Sale