Pecora creola araucana

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

La razza ovina creola araucana deriverebbe da incroci avvenuti nel corso del quindicesimo secolo con razze spagnole importate dai conquistadores, e più tardi nel diciannovesimo secolo, con razze inglesi. Le pecore araucane si sono adattate alle condizioni ambientali e geografiche della regione dell’Araucania, nella zona della città di Victoria, e sono state allevate e consumate principalmente dal popolo mapuche da secoli.

Questo ovino nativo, molto rustico, viene usato sia per la lana che per la carne. Possiede buone capacità materne, un’alta prolificità, e resiste bene alle malattie.
Le pecore hanno una buona capacità di conversione del loro cibo, cioè riescono ad adattarsi bene a territori e pascoli difficili e marginali, e ad fornire una carne ricca e apprezzata.

Questo animale ha il viso e le zampe nere e in generale il corpo ricoperto di lana bianca-gialla, ma alcuni individui possono avere la lana di colore nero. La testa è piccola e di profilo rettilineo, con orecchie corte e un collo spesso. Il peso degli animali adulti può andare da 60 a 80 kili per i maschi, e da 45 a 55 kili per le femmine.

L’allevamento, tradizionalmente estensivo, è stato una parte importante delle attività agricole ed economiche dei mapuche da tempo, e dalle pecore creole araucane si usa sia la lana per confezionare i vestiti, che la carne, soprattutto quella dell’agnello (cordero). Era, in effetti, una tradizione di preparare e mangiare un agnello quando c’erano degli ospiti.

La carne degli agnelli araucani è molto apprezzata, ma a partire dal diciannovesimo secolo e poi negli ultimi anni del ventesimo secolo, un gran numero di razze estere considerate più adatte a sistemi di allevamento intensivo sono state introdotte, esercitando cosi una forte competizione con le pecore araucane.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneCile
Regione

La Araucanía

Altre informazioni

Categorie

Razze animali e allevamento

Comunità indigena:Mapuche
Segnalato da:Victor Omar Hernandez Faundez