Patata nkuluza

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

La patata (Solanum tuberosum), fu introdotta in Uganda tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo; localmente viene spesso identificata come “patata irlandese”, per distinguerla dalla patata dolce (Ipomoea batatas). Prodotta per la sussistenza degli agricoltori oltre che per la vendita, i suoli più idonei alla coltivazione sono quelli degli altipiani di Kabale e Kisoro, nell’Uganda meridionale.

La varietà nkuluza fu introdotta nel distretto di Kabale nel 1923; il tubero, di medie dimensioni, è di forma simile alla melanzana, la pianta può superare il metro di altezza e il colore dello stelo va dal viola al nero, mentre le foglie verdi diventano violacee tra giugno e dicembre, quando a maturazione completa la pianta si ricurva sul terreno. Spesso i tuberi della nkuluza producono a loro volta altre piccole escrescenze tuberose.
Come la patata dolce, la varietà nkuluza è caratterizzata da una buona conservabilità anche dopo la cottura; per questo in passato era un alimento immancabile nelle provviste per i lunghi tragitti fino a Kampala, che potevano durare anche diverse settimane, o per i cacciatori in partenza per le battute di caccia. Assai diffusa era anche l’usanza di consumarle arrostite in occasione di feste tradizionali o cerimonie nelle chiese.La polpa del tubero arrostito è di colore giallo, mentre da cotto o bollito assume una tinta violacea; il sapore della nkuluza è dolce, ma diventa più acidulo se il tubero rimane esposto al sole troppo a lungo. Oltre ad essere ideale per la cottura arrosto, questa nutriente varietà di patata è eccellente anche da friggere, tagliata a bastoncini, o per la preparazione di chips croccanti a sfoglia.

Come altre varietà tradizionali di patata coltivate nel distretto di Kabale, anche la nkuluza rischia di essere scalzata dalle nuove varietà a più alto rendimento, che però richiedono un uso massiccio di sostanze chimiche; rispetto a queste, infatti, la nkuluza è meno produttiva, ha un periodo di maturazione più lungo (4-5 mesi), ed è considerata meno interessante dal punto di vista commerciale a causa del colore dei tuberi. La coltivazione della nkuluza necessita inoltre di ampi spazi, un ulteriore svantaggio in una regione spesso caratterizzata dal frazionamento dei terreni.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneUganda
Regione

Kabale

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali

Segnalato da:John Wanyu