Patata blu e nero del Frankenwald

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

La Schwarz-Blaue Frankenwälder è una varietà di patata (Solanum tuberosum ssp. ) il cui nome può essere tradotto come “patata nera e blu del Frankenwald”. Si tratta di una varietà antica e locale, inclusa nella lista rossa delle colture autoctone a rischio della Germania pubblicata dall’Ufficio federale tedesco per l’agricoltura e l’alimentazione. La Schwarz-Blaue Frankenwälder è una patata molto farinosa; la sua struttura è a metà tra la consistenza fine e grezza e tende a essere piuttosto asciutta e soda. Ha un aroma di patata saporito e di terra che non si trova in altre varietà.

È stata riscoperta da appassionati delle varietà di patate autoctone e collezionisti nella parte settentrionale del Frankenwald negli anni ’80 e prende il nome dal sito di produzione e dall’aspetto del tubero. Nella sua attuale diffusione geografica, è semplicemente nota come Schwarz-Blaue (“nera e blu”) o semplicemente Blaue (“la blu”). In alcune parti della regione sono diffusi anche i termini dialettali Mäusla (“topolino”) e Russäla (“piccolo oggetto fuligginoso”). A seguito del lavoro di pubbliche relazioni condotto negli ultimi due anni, la varietà ha acquisito notorietà nella sua regione di origine e il nome Schwarz-Blaue Frankenwälder si è affermato.

Le patate con la buccia nera e blu erano un tempo tra le varietà più coltivate nel Vogtland, una regione tedesca tradizionalmente vocata alla coltivazione di patate e che comprende gli stati della Baviera, della Sassonia e della Turingia, oltre alla Repubblica Ceca. Nel 1678, il Vogtland fu il sito della prima coltivazione in campo di patate registrata in Germania. Gradualmente, i campi di patate sostituirono quasi interamente i campi di cerali della regione. Fu qui che furono inventati gli gnocchi di patate, serviti come “pane quotidiano”. La patata Schwarz-Blaue Frankenwälder è una delle poche varietà locali sopravvissute nella regione grazie al ruolo fondamentale nella cultura gastronomica locale. Se non fosse stato per la profonda ristrutturazione agricola dell’ex Germania dell’est, la varietà quasi certamente sarebbe ancora coltivata nel distretto di Saale-Orla (Bad Lobenstein, Wurzbach), nel sud della Turingia, dove è ricordata con affetto dalla generazione più anziana.

La varietà deve la sua sopravvivenza a Gebelein, contadino di Carlsgrün, un villaggio vicino a Bad Steben. Negli anni ’70, Gebelein lavorava come macchinista in un’azienda che produceva il foraggio per i maiali del villaggio utilizzando patate bollite. Preservò le patate blu e nere coltivandole nei propri campi perché ne apprezzava il sapore e la consistenza farinosa. Altre persone di Carlsgrün e dei villaggi vicini ricordano di aver portato a casa alcune patate nere e blu quando lavoravano per raccoglierle, ritenendole imbattibili come patate da bollire con la buccia. La quantità più consistente era utilizzata per la tradizionale festa della patata celebrata ogni anno a Carlsgrün.

La coltivazione moderna è concentrata nell’area intorno a Bad Steben e Lichtenberg e si sta espandendo nel distretto di Hof. Resta da vedere fino a che punto può essere intensificata la coltivazione sporadica nell’area di Kronach e se può essere riavviata la produzione nel distretto di Saale-Orla in Turingia. La Schwarz-Blaue Frankenwälder può essere acquistata dai pochi agricoltori commerciali presso i punti vendita delle aziende agricole, ai mercati contadini regionali e tramite ordine postale. La patata blu e nera è inclusa nella raccolta di varietà della fondazione austriaca ARCHE NOAH e nella banca genetica delle patate tedesche di Gross Lüsewitz. Si accompagna molto bene al pesce, ma è usata anche per molti altri piatti, bollita, saltata in padella o fritta. I tuberi più grossi sono ottimi cotti interi al forno, con tutta la buccia, e sono piacevoli alla vista grazie agli originali effetti di colore se la patata è presentata tagliata a bastoncini sul piatto. L’interno della buccia è di color marrone vivace, mentre la polpa bianca sorprende con un sottile strato blu appena sotto la buccia. Le patate si conservano bene fino all’estate successiva, tuttavia perdono gradualmente l’aroma a partire dall’inizio di gennaio.

La minaccia principale che questa varietà autoctona deve affrontare è il mancato apprezzamento per gli alimenti locali da parte della maggioranza dei consumatori. Inoltre, le varietà di patate farinose sono sempre meno disponibili sul mercato. Quasi nessuno, ormai, prepara a casa gnocchi di patate, frittelle e altri piatti che richiedono patate di questa consistenza, preferendo prodotti già pronti. Visto il declino generale (quasi scomparsa) della coltivazione di questa patata nella sua regione di origine, la sopravvivenza della Schwarz-Blaue Frankenwälder è il risultato di una piccola cerchia di estimatori che non volevano rinunciare al suo sapore particolare nella cucina locale e l’hanno inclusa, quale elemento del patrimonio culinario e pilastro dell’identità culturale, nelle attività volte a salvaguardare storia e tradizioni locali. Tali gruppi, tuttavia, tendono a ridursi nel tempo invece di crescere, così non garantiscono a sufficienza la salvaguardia a lungo termine delle antiche varietà. La Schwarz-Blaue Frankenwälder deve pertanto essere considerata a rischio di estinzione.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneGermania
Regione

Thüringen

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali