Pane di banana Kinolo

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Mkate Wa Ndizi

Il kinolo è un prodotto simile al pane preparato con banane dolci e mature e farina di mais. Può essere usata qualsiasi varietà locale di banana. Le banane sono pelate, poste in un kinu (mortaio), miscelate con la farina di mais e schiacciate con un mchi (pestello). La pasta ottenuta viene lavorata aiutandosi con le foglie di banana per darle la forma desiderata. Viene quindi messa in una pentola, coperta con acqua calda e lasciata a cuocere su fuoco moderato. Il pane cotto che si ottiene può avere colore viola, marrone o rosa, a seconda del mais utilizzato per ricavare la farina.

Il kinolo nasce come metodo per preservare le banane in eccesso raccolte durante la stagione in cui sono troppo abbondanti per essere consumate fresche prima di andare a male. Oltre a conservare le banane, è un metodo che consente anche di ottenere un prodotto dal valore aggiunto. Il kinolo era un tempo uno snack locale molto apprezzato. Si produce soprattutto nelle regioni costiere del Kenya ed è venduto almeno presso un mercato locale. Tuttavia, la tecnica tradizionale di preparazione di questo pane si sta trasformando. Il kinolo tipico ha un’elevata proporzione di banane rispetto alla farina e il risultato è un pane dal sapore dolce e l’aroma fragrante, ma perde queste qualità se viene usata troppa farina. Le giovani generazioni, inoltre, sono oggi più abituate a mangiare il pane di frumento e stanno così dimenticando prodotti come il kinolo.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneKenya
Regione

Coast

Altre informazioni

Categorie

Pane e prodotti da forno

Comunità indigena:Giriama (Mijikenda)