Pane cotto a legna dei villaggi sassoni

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Paine pe Vatra

Per fare il pane romeno cotto a legna (detto localmente Paine pe Vatra), un giorno prima della cottura si prepara un impasto che contiene una piccola quantità di impasto crudo (conservato in precedenza in un luogo fresco), non utilizzato nell’ultima cottura. L’impasto è quindi posto a lievitare per l’intera notte in una cassa di legno. Alle prime ore del mattino, un ampio forno a legna è acceso fino al raggiungimento della temperatura appropriata e quindi la cenere è rimossa: una volta posto l’impasto all’interno del forno, la porta è chiusa. Il pane è lasciato cuocere per 2,5 ore. A cottura ultimata, i pani dalla crosta carbonizzata sono estratti dal forno e posti a raffreddare coperti da un telo. Appena la loro temperatura è diminuita, i fornai battono i pani con una pesante mazza di legno per rimuovere la crosta carbonizzata. Ne risultano bellissime forme (possono pesare fino a 5 kg ciascuna) dalla crosta ben dorata: questo pane è privo di additivi e conservanti e può mantenersi almeno una settimana, se conservato al fresco in cantina. La lunga, lenta lievitazione dell’impasto, ricco di fermenti, dà al pane l’aroma tipico e piacevole aroma che lo rende così appetitoso.Oggi, il pane cotto a legna è prodotto nelle province di Brasov, Sibiu e Bistrita. In queste aree fin dall’anno 1100 è stata significativa l’influenza sassone, con l’arrivo nella regione dei primi coloni tedeschi. La produzione tradizionale prevede l’uso a rotazione di un forno da parte di diverse famiglie: ciò permette di utilizzare il forno con efficienza e di condividere la responsabilità della sua manutenzione. I volumi prodotti di pane cotto a legna, relativamente piccoli, sono tipici di un alimento che non è commercializzato ma è destinato esclusivamente al consumo personale e famigliare.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneRomania
Regione

Transilvania

Area di produzione:Province di Brasov, Sibiu e Bistrita

Altre informazioni

Categorie

Pane e prodotti da forno

Segnalato da:Bert Reinders