Murut

Torna all'archivio >

Le foglie di questa pianta, chiamata localmente murut (Barnardia japonica), spuntano dal terreno durante la stagione primaverile. Le foglie verdi sono di medie-grandi dimensioni, possono raggiungere anche 30 centimetri, molto strette con l’estremità appuntita. Dopo la primavera le foglie cominciano a ritirarsi e per l’estate cominciano a sbocciare dei fiori generalmente di colore viola.

Il murut predilige crescere nelle zone abbastanza soleggiate come gli argini di fossati oppure delle risaie, dove c’è dell’acqua. Gli abitanti dei villaggi raccolgono le foglie di questa pianta all’inizio della stagione primaverile; solitamente vengono raccolti i primi getti delle foglie che possono anche essere consumati crudi in insalata. Siccome però il murut può essere leggermente tossico, le foglie vengono fatte bollire nell’acqua di cottura del riso. Le foglie vengono anche conservate mescolate al doenjang, una pasta di fagioli di soia fermentati, diventando una pietanza a parte dopo un periodo di fermentazione. Si prepara anche una specie di sciroppo ottenuto dalla cottura delle radici e delle foglie, assieme al malto. Tutti gli ingredienti vengono cotti per diverse ore all’interno di un pentole a fuoco lento fino ad ottenere una consistenza densa.

Oggi i saperi tradizionali legati alla raccolta e alla preparazione delle piante spontanee stanno scomparendo tra le nuove generazioni che sono più interessate ad altre forme di consumo del cibo. Inoltre, l’innalzamento delle temperature invernali sta impattando negativamente l’habitat naturale di crescita di questa pianta.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneCorea del Sud
Regione

Chungcheongnam-do

Altre informazioni

Categorie

Spezie, erbe selvatiche e condimenti

Segnalato da:Jungho Lee