Miele di aloe

Torna all'archivio >

Le piante di aloe native dell’Africa hanno fiori rosso-arancioni o gialli e polline rosastro utile alla produzione del miele di aloe. La varietà più comune in Sud Africa è l’aloe bont aalwyn (Aloe greatheadii var. davyana) che fiorisce copiosamente nei mesi invernali da giugno ad agosto. Questa pianta si trova in abbondanza nel nord e specialmente nel nord est del Sud Africa. La miglior qualità di miele è prodotta durante il periodo più secco e il miele di aloe è uno dei pochi cibi che può essere prodotto localmente in inverno.   Questo aloe produce un pallido, chiaro e dolce miele che cristallizza velocemente. Il miele cristallizzato è usato per fare una crema. Bisogna fare attenzione all’alta quantità di acqua e lievito per prevenire la fermentazione. La qualità del miele è molto elevata, ma la quantità prodotta è molto bassa, dai 6 ai 10 kg per arnia. Questo, a causa del lungo e sottile calice del fiore dell’aloe, difficile da raggiungere per le api (Apis mellifera scutellata). Il miele di aloe è prodotto in Sud Africa almeno dagli anni Trenta del Novecento. Oggi, la produzione va dalle 40 alle 50 tonnellate per anno, in discesa rispetto alle 120-150 tonnellate all’anno degli anni Ottanta. Questo calo di produzione è dovuto in parte allo sviluppo sui territori dove l’aloe cresce, all’introduzione di animali da pascolo, a incendi e criminalità nell’area. 

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneSudafrica
Regione

Limpopo

Mpumalanga

Altre informazioni

Categorie

Miele