Mela Bittenfelder

Arca del Gusto
Torna all'archivio >
Mela Bittenfelder

Bittenfelder Apfel

L’origine della mela Bittenfelder risale agli anni Trenta. Il frutto è stato scoperto in una città nel sud-ovest della Germania, nella capitale del distretto di Rems-Murr, Waiblingen. Questo melo è una di quelle che vengono chiamate piante per caso, crescita nei sobborghi di Waiblingen, Bittenfeld, da cui venne il nome della nuova varietà.

Questa piccola cittadina si trova nell’area più a nord di Waiblingen e conta 4300 abitanti. Oggi, la mela Bittenfelder si trova ancora nella regione. La varietà è caratterizzata dalla robustezza e dall’alta resistenza a malattia e gelo. Richiede suoli ben drenati e cresce solo in luoghi caldi. Diversamente, il frutto matura troppo tardi e non ha la possibilità di diventare dolce. La mela è di dimensione medio-grande, con forma rotonda appiattita. Il colore è verde chiaro e diventa giallo limone con la maturazione. I frutti sono raccolti da metà ottobre a metà novembre e possono essere conservati fino a marzo.

La mela Bittenfelder può essere consumata cruda o cotta in torte di vario genere. Così succosa, grazie a un elevato contenuto di zuccheri e acidi, è una delle varietà migliori per produrre succhi di frutta fermentati e non fermentati (Süßmost). È tuttavia registrata nell’elenco rosso degli alimenti a rischio dell’ufficio federale tedesco per l’agricoltura e l’alimentazione (Bundesanstalt für Landwirtschaft und Ernährung).

Foto: © Andreas Schaefer

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneGermania
Regione

Baden-Württemberg

Area di produzione:Waiblingen

Altre informazioni

Categorie

Frutta fresca, secca e derivati

Segnalato da:Tessa Javornik Camilla von Burgsdorff , Max Eberbach, Vinzenz Hahl, Frida Linder