Loof

Arca del Gusto
Torna all'archivio >
Loof

Kardi, Noo'ah loof

Noo’ah Loof (del genere Arum, di solito Arum palaestinum o Dioscoride Arum) è una bella pianta con foglie di color verde brillante e un fiore di calla nero che fiorisce con le piogge della primavera in Palestina. Questa pianta fiorisce in zone ombrose, calde e umide di montagna e cresce spontaneamente. In curdo si chiama kardi, ma i curdi ebrei utilizzano anche il nome aramaico noo’ah. Di solito è una pianta velenosa se consumata cruda ed è per questo che subisce un trattamento speciale per la cottura, in modo da renderla commestibile. Di solito è cucinata con l’aggiunta di una grande quantità di olio d’oliva e sommacco per esaltare il gusto: per cucinare cinque chili di loof spesso si usano due litri di olio d’oliva nel processo di cottura. Il composto amaro delle foglie può causare intorpidimento in bocca. Chi riesce a cucinare il loof evitando questo torpore, è considerato un grande chef di questo vegetale. il loof è spesso manipolato con i guanti per evitare eventuali reazioni allergiche. Viene lavato bene e lasciato asciugare. E’ tagliato in pezzi e viene messo a bollire in acqua con l’aggiunta di olio di oliva. Alcune persone aggiungono anche i ceci alla cottura. Dopo diverse ore, si aggiunge anche del sommacco. Viene spesso servito con bulgur di grano cotto. Anche altre preparazioni prevedono il suo utilizzo, bollito per zuppe, saltato in padella e servito con cipolle, salse a base di pomodoro o pane integrale. Il Loof è considerato una prelibatezza da coloro che sanno come prepararlo. Ha un sapore simile agli spinaci o alle bietole. Alcuni esperti sostengono che il loof sia ricco di ferro e sali minerali e in grado di trattare alcuni tipi di infezioni della pelle. Viene utilizzato per la disintossicazione intestinale e anche per trattare il diabete. A questa pianta sono anche attribuite proprietà anticancro. Il loof è anche utilizzato nella medicina erboristica in Palestina, da molte generazioni. Nonostante il suo potenziale medicale e culinario, la pianta loof rischia di essere dimenticata dalle giovani generazioni. Molti sono più preoccupati dal lungo processo di raccolta, lavaggio, e preparazione, anche perché oggi hanno accesso ad altre verdure a foglia verde prelavate sugli scaffali dei supermercati. Tuttavia i palestinesi anziani, più legati alla tradizione, non riescono a pensare di sostituire questa specie di così grande valore.

Foto: © Marco Del Comune & Oliver Migliore

Torna all'archivio >

Territorio

NazionePalestina
Regione

Gaza

Golan

West Bank

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali

Segnalato da:Fatima Kadumy