Lenticchia di Tulkarm

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Adas baladi

L’area che comprende la città di Tulkarm ed i villaggi limitrofi gode di un microclima tipico del bacino mediterraneo. Grazie infatti alle brezze marine provenienti dalla costa, le temperature estive non sono troppo elevate né gli inverni troppo rigidi ed inoltre le precipitazioni sono basse.

Per questi motivi si tratta infatti di una zona particolarmente votata alla coltivazione dei terreni da cui si ricavano diversi prodotto ortofrutticoli come il cedro, le olive da cui si ricava anche l’olio extravergine, pomodori, sesamo, frumento, ecc. Tra questi prodotti c’è la lenticchia locale che si coltiva in quest’area, conosciuta localmente con il termine baladi che significa proprio "locale".

Si tratta di una lenticchia dalle dimensioni ridotte rispetto a quelle che ad esempio vengono importate dalla Turchia. L’interno è giallo e non arancione.

Dopo ogni raccolta i contadini mettono da parte una quantità di prodotto così da poter ottenere le sementi che vengono scambiate tra vicini.

Le lenticchie sono un alimento molto apprezzato nella cucina palestinese; si mangiano in insalata oppure si utilizzano per la preparazione di diversi piatti come il tabbouleh, il riso oppure la Rummaniya, uno stufato a base di lenticchie, melanzane e melograna che si prepara alla fine dell’estate.
Una preparazione particolare è anche il charadeesh, una specie di pane senza lievito che si prepara dalle lenticchie. Quando le lenticchie vengono frantumate tra due grosse macine di pietra, il prodotto di scarto che si ricava è una sorta di farina che viene poi mischiata con acqua, olio d’oliva e sale. All’impasto si aggiungono anche pomodori, cipolle e spezie e si ricavano delle piccole forme di pane. Queste vengono poi cotte in un forno interrato, chiamato taboun.

Ad oggi la coltivazione di questa lenticchia locale, come quella di altri prodotti agricoli, è seriamente minacciata dalla cattiva gestione delle acque nei territori palestinesi. Infatti, durante I periodi di stress idrico e nei mesi più caldi la pressione dell’acqua dei pozzi con cui gli agricoltori locali possono irrigare I propri terreni scende anche del 40 per cento.

Torna all'archivio >

Territorio

NazionePalestina
Regione

West Bank

Area di produzione:Tulkarm

Altre informazioni

Categorie

Cereali e farine

Segnalato da:Danna Masad