Lattuga di mare del Capo

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

La lattuga di mare (Ulva capensis) è un’alga verde commestibile, ampiamente distribuita lungo le coste del Capo in Sud Africa. Da qui il nome specifico capensis, ossia del Capo.

Ha un colore verde brillante, può essere lunga pochi centimetri e spessa da 35-40 µm fino a 100 µm vicino alla base del tallo. La forma è irregolare e lobata, i margini sono ondulati e gli angoli arrotondati.

Per la raccolta, il tallo viene tagliato con delle forbici per assicurarne una crescita sostenibile, prevendendo la rimozione dell’intera alga.
La lattuga di mare è comunemente consumata cruda, durante la raccolta, dopo un veloce risciacquo. Può anche essere conservata se viene ricoperta con un sottile strato di sale marino.

Non esistono documentazioni che possano verificare il consumo di Ulva capensis da parte delle comunità indigene del Capo Occidentale, ma si sa con certezza che si nutrissero di alghe già a partire da 10.000 anni fa. Al Museo di Hout Bay, vicino a Città del Capo, sono conservate alcune ricette sulle alghe, in cui le specie di Ulva spp. venivano raccolte con Porphyra spp, lavate in acqua dolce, essiccate e consumate croccanti.

Il consumo di alghe potrebbe avere proprietà medicinali contro l’ipertensione dato che le comunità costiere, che hanno sempre incluso le alghe nella loro dieta, ne soffrono in media meno.

La produzione commerciale di lattuga di mare è cresciuta, ma è oggi utilizzata per la produzione di mangime proteico nell’industria dell’acquacoltura dell’abalone e dei ricci di mare.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneSudafrica
Regione

Eastern Cape

Western Cape

Altre informazioni

Categorie

Alghe

Segnalato da:Gregory Henderson