Lapunei

Torna all'archivio >

La lapunei è una pianta a foglia verde simile al basilico che cresce sia in ambienti selvatici che domestici in varie aree del nord-est dell’India. In inglese è meglio conosciuta come tulsi. Ci sono quattro varietà, tutte appartenenti al genere Ocimum che differiscono per zona di coltivazione.È apprezzata in India come erba aromatica ed è consumata sia fresca sia in infusione, mescolata con altre erbe. Le sue foglie lisce sono piccole e lunghe, differenti per dimensioni e forma dal basilico usato nella cucina europea. Storicamente, piante commestibili selvatiche come la lapunei hanno sempre contribuito alla dieta dei popoli tribali del nord-est dell’India. Per i Jaintia, i Meitei, i Khasi e molte altre comunità, è legata direttamente all’identità e al loro stile di vita che dipende dalle foreste. La presenza di lapunei in molti orti e i suoi molti usi culinari sono un altro indicatore dell’agro-biodiversità e del sapere che è stato tramandato per centinaia di anni. La lapunei ha un aroma che ricorda quello del limone. Anche i fiori hanno un valore gastronomico e possono essere utilizzati per la decorazione o per dare aroma e colore ai piatti. Oltre ad essere impiegata come erba nei piatti locali come insalate, chutney, bolliti e piatti di verdure, è anche usata come tè e come farmaco naturale tradizionale per prevenire le infezioni micotiche o microbiche e aiuta a curare i problemi di stomaco. Gli usi variano da paese a paese, secondo la pratica trasmessa e le differenze tra varietà. Oltre ad essere presente allo stato selvatico, la lapunei è coltivata negli orti delle case rurali in vari stati dell’India (come Manipur, Meghalaya, Arunachal Pradesh e Nagaland). La coltivazione può essere praticata anche in sistemi multi-colturali, promuovendo la diversità delle colture. Si raccoglie dal mese di maggio fino a fine settembre. Le foglie sono raccolte a mano e poi utilizzate intere o tagliate in più parti prima di cospargere i piatti. Per il tè, circa un litro di acqua calda è versato sopra una manciata di foglie e lasciato in infusione per meno di 10 minuti. Come per molte altre piante selvatiche, il grave pericolo per la lapunei è la diminuzione di habitat forestali. Cibi artificiali e a poco prezzo hanno sostituito molti ingredienti genuini. Mass media e pubblicità per le grandi marche hanno portato alla svalutazione di prodotti alimentari disponibili a livello locale, che oggi sono spesso considerati ‘cibi poveri’. La lapunei ha il potenziale per essere commercializzata come una rinfrescante tisana, se si seguono correttamente le fasi di essiccazione, confezionamento e lavorazione.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Altre informazioni

Categorie

Spezie, erbe selvatiche e condimenti

Segnalato da:Annelie Bernhart - NESFAS