Guanacaste

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Semilla de píich, parota, guanacastle

I semi di guanacaste (Enterolobium cyclocarpum) si consumano probabilmente da migliaia di anni. Sono prodotti da un albero molto grande, nativo delle selve tropicali del Messico e dell’America Centrale che appartiene alla famiglia delle Fabaceae.
Produce moltissimi semi che possono essere consumati sia freschi che essiccati. Il contenuto di proteine (circa il 35%) è paragonabile a quello della soia e il contenuto di aminoacidi essenziali è interessante: contiene lisina (in valore superiore a quello presente nel latte), leucina, valina e treonina.
I semi hanno un impiego gastronomico che però, sta scemando. I semi freschi si possono consumare in insalata o stufati, mentre essiccati possono essere riscaldati sulla brace o su piastre roventi dove scoppiano come pop corn: possono essere quindi consumati direttamente oppure possono essere trasformati in farina. Miscelando la farina di semi di guanacaste con peperoncino essiccato, acqua e sale, si ottiene una tortilla (chile di parota).

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneMessico
Regione

Colima

Jalisco

Yucatán

Altre informazioni

Categorie

Legumi

Comunità indigena:Náhuatl, Maya
Segnalato da:Patricia Colunga GM y Daniel Zizumbo V