Dibs

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Il “dibs” è un derivato del succo d’uva simile al miele, prodotto generalmente alla fine di settembre. Al succo si aggiunge un pò di “hiwwar”, una terra bianca presa dalla vicina montagna, per toglierne l’acidità.
La preparazione è simile a quella dello sciroppo d’acero: si fa bollire a lungo a fuoco basso fino a che diventa sciroppo dal colore marrone chiaro. Si preparano due tipi di dibs: uno ricavato dagli acini d’uva e uno dall’uva passa.

Il “dibs” è molto importante nella tradizione locale non solo perché è un prodotto sano e delizioso, ma perché a Hebron la sua preparazione seguiva un rituale per cui tutta la famiglia si trasferiva in campagna per raccogliere e spremere le uve manualmente e recuperare la legna per cuocerle sul fuoco per tutto il giorno, di solito in un posto speciale costruito nella terra.

Le uve utilizzate possono essere raccolte da chi prepara il dibs (se si possiede della terra coltivata ad uva) altrimenti si possono acquistare direttamente da agricoltori o al mercato. Generalmente chi prepara il dibs raccoglie direttamente anche la “hiwwar” da aggiungere al composto oppure se la procura da qualcuno, aiutandosi tra vicini.

Ci sono molte varietà autoctone d’uva che si usano per il dibs tra cui la “dabuqi”, che è più dolce oppure la “jandaly” o ancora la ‘zainy’ . Le uve dovrebbero essere bianche perché sono più dolci e non alterano il colore finale del dibs. Da circa 5 kg di uva fresca si ricava circa 1 kg di dibs.

E’ un preparato molto famoso nelle città di Hebron e Betlemme. E’ un piatto invernale che solitamente si consuma a colazione con tahina (crema di sesamo) perché riscalda e dà energia, ma si usa anche in vari dolci come le torte. Si mangia con pane “pitta” , sul gelato o si aggiunge alla vinaigrette.

Torna all'archivio >

Territorio

NazionePalestina
Regione

West Bank

Area di produzione:Hebron e Betlemme

Altre informazioni

Categorie

Frutta fresca, secca e derivati

Segnalato da:Fidaa