Datteri di Al-Bayad Al-Najrani

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

تمر البياض النجراني

I datteri Al-Bayad (Phoenix dactylifera) sono un antico patrimonio popolare della Regione di Najran, tramandato dagli antenati. Le persone del deserto facevano affidamento su di essi come fonte alimentare di grande valore. Possedere anche un solo albero di palma era considerato un segno di ricchezza e chi ne era in possesso era considerato un commerciante e una persona autosufficiente. Era tradizione e consuetudine nella regione che i proprietari di alberi di palma distribuissero i datteri Al-Bayad come doni durante occasioni e celebrazioni ai parenti e alle persone care, simile alla distribuzione di farina e zucchero oggigiorno. Ciò era dovuto al loro elevato valore nutritivo e ai suoi molteplici utilizzi.

I datteri Al-Bayad Al-Najrani hanno una consistenza liscia e molto morbida e un gusto delicato. Sono teneri quando appena raccolti e diventano secchi dopo il processo di essiccazione al sole. Si presentano in diverse dimensioni e forme e vengono utilizzati in cucina come sostituto dello zucchero per la preparazione dei dolci. Si tratta di un tipo di dattero raro, anche in Arabia Saudita, e si trova quasi unicamente nella regione di Najran. Non esistono dati circa la quantità prodotta, in quanto si tratta di un autentico patrimonio di Najran.

I datteri Al-Bayad vengono prodotti in estate, nei mesi di luglio e agosto. Il clima della regione di Najran è caldo in estate, il che favorisce la crescita e la maturazione dei datteri. Il processo di raccolta prevede il taglio dei rami carichi dei datteri Al-Bayad, seguito dalla separazione manuale dei frutti. Successivamente, questi vengono posti in sacchi di iuta o di foglie di palma.

Il sapore dei datteri Al-Bayad è delizioso, e scientificamente non contengano zucchero, il che significa che il livello di glucosio in essi è pari a zero. Prova ne sono i test realizzati su pazienti diabetici, durante i quali non è aumentato i loro livelli di zucchero nel sangue o gli zuccheri accumulati.

Questa varietà di dattero ha molteplici usi gastronomici, tra cui il consumo diretto, sia fresco che essiccato a seconda delle preferenze. Ad esempio, può essere mangiato morbido quando è maturo e appena colto, oppure può essere essiccato al sole per circa quattro giorni e mangiato secco, o macinato senza il nocciolo, come se fosse farina. Può essere mangiato da solo o utilizzato come sostituto dello zucchero nei dolci e nei piatti tradizionali, come la Dqooqa, preparazione a base di datteri Al-Bayad finemente macinati che viene utilizzata come sostentamento per i viaggiatori durante i loro spostamenti.

Viene anche utilizzato nel famoso piatto di Najran chiamato Al-Mardoufah, il piatto più popolare nel periodo invernale in quanto fornisce al corpo energia e calore. Consiste nel mescolare farina di datteri e farina di grano con acqua, impastando l’amalgama fino a renderla morbida, quindi metterla su una piastra calda e girarla fino a cottura. Successivamente, viene trasferita in un contenitore speciale, aperta e viene aggiunto del ghee caldo (burro chiarificato) al centro. Poi viene aggiunta una manciata di farina direttamente sul ghee, producendo in questo modo del fumo. Dopo di che, si mangia con le mani.

I datteri Al-Bayad sono facili da conservare e mantengono la loro freschezza per molti anni. Possono essere conservati in grandi quantità, sia freschi che dopo l’essiccazione, in cisterne di ferro o in sacchi con fori di ventilazione. Possono resistere sia al freddo che alle alte temperature. Le donne hanno svolto un ruolo importante nell’essiccazione e nella conservazione dei datteri Al-Bayad.

I datteri Al-Bayad sono considerati un elemento importante a rischio di estinzione a causa della loro scarsità nella regione. Attualmente, in molti sono coinvolti nella loro coltivazione, raccolta e commercializzazione.

Il prodotto è diventato raro nei mercati e, se disponibile, spesso ha un prezzo molto elevato. Non è molto conosciuto nelle altre regioni del Regno a causa della sua rarità e della sua presenza esclusiva nella regione di Najran. Pertanto, è importante sensibilizzare i consumatori circa il suo alto valore nutritivo e dell’importanza che rappresenta per la gastronomia locale.

La selezione dei prodotti è supportata dal Culinary Arts Commission del Ministero della Cultura dell’Arabia Saudita.
In collaborazione con Azka Farms, Arabia Saudita.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneArabia Saudita
Regione

Najran

Altre informazioni

Categorie

Frutta fresca, secca e derivati

Segnalato da:Ibrahim Jahwil Al Mansour