Cjalzòns di Timau

Torna all'archivio >

Ckropfn

I cjalzòns sono una pasta ripiena tipica della Carnia e del comune di Timau, in particolare, una frazione del comune di Paluzza, in provincia di Udine. La ricetta più antica dei cjalzòns è quella riportata, con il nome di ‘caliscioni’ nel ‘Libro de arte coquinaria’ scritto nel XV secolo dal Maestro Martino, cuoco del patriarca di Aquileia. I ‘cjalzòns’ sono un piatto che entrò nella cucina popolare friulana sia in montagna sia in pianura, assumendo, secondo le zone, caratteristiche diverse. Questi agnolotti erano preparati dalle donne di buon mattino prima che si alzassero i bambini e prima di eventuali visite mattutine. Oppure erano preparati per occasioni familiari speciali e per la festa del patrono, S. Gertrude. Gli ingredienti per la pasta sono un chilogrammo di farina di grano, un bicchiere d’acqua e un po’ di sale. Si prepara una pasta piuttosto tenera e si lavora molto bene; invece di stenderla col mattarello, si arrotola e si taglia a pezzetti che si schiacciano con un bicchiere che ha la base piatta. Il ripieno si fa con una cipolla arrostita, strutto, uvetta, pangrattato, cannella, zucchero, pepe, sale. Si possono anche utilizzare ricotta affumicata, fichi secchi, chiodi di garofano, menta, sale, uova, bietola, cavolo rapa, pere, mele. In ognuno di questi dischi di pasta si mette un cucchiaio di ripieno. Si ripiega poi la pasta e si unisce, premendo con le dita sull’orlo e facendo dei dentelli. Si cuociono in acqua bollente salata, si scolano e si condiscono con ricotta, burro fuso e formaggio grattugiato.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneItalia
Regione

Friuli Venezia Giulia

Altre informazioni

Categorie

Pasta