Cetriolo cornuto africano

Torna all'archivio >
Cetriolo cornuto africano

Mokopana

Il cetriolo cornuto africano è di forma ovale, ha un diametro di circa 6 cm ed è lungo 10 cm con spine o sporgenze protuberanti e acuminate. Il frutto acerbo è verde scuro con chiazze grigie e diventa arancione brillante quando matura. La polpa del frutto maturo è verde limone brillante e gelatinosa, con molti semi sospesi in capsule di gelatina. Cresce su piante rampicanti con foglie pelose e spinose. Le piante annuali, che crescono durante l’estate, sono molto prolifiche e producono fino a 100 frutti per pianta. Il sapore del frutto è delicato, con una nota agrumata di cetriolo dolce quando è verde e sentori di banana, kiwi e agrumi quando è maturo.

Il popolo Khoisan del Kalahari tradizionalmente arrostisce il frutto, ne setaccia la polpa e ne cuoce le foglie. Il frutto è composto per l’80% da acqua, caratteristica che ne fa un’ottima fonte di liquidi in aree aride. Il frutto verde acerbo può essere consumato come i cetrioli disponibili commercialmente, in insalata o messi sott’aceto. La polpa può essere estratta dal frutto maturo con un cucchiaio e consumata così, oppure setacciata per eliminare i semi e ottenere un succo fresco.

Secondo il folklore tradizionale, gli anziani degli Okavango credono che sia possibile impedire agli spiriti di entrare in casa pestando le radici di questo cetriolo, mescolandole con il grasso e poi spalmando la miscela sul corpo. Il popolo Shona lo utilizza per preparare un infuso che allevia i dolori dopo il parto. La specie è nativa di un’ampia area dell’Africa meridionale, che comprende Botswana, Namibia, Swaziland e Sudafrica. È ben adattata ai climi secchi, come quello del deserto del Kalahari. Non è tuttavia coltivato per il commercio, ma si trova solo negli orti domestici o nei campi di piccoli agricoltori. Vista la grande disponibilità di varietà di cetrioli commerciali che si trovano nelle grandi catene di supermercati, la crescita della classe media sudafricana e l’urbanizzazione delle popolazioni, oltre alla diffusione dei prodotti alimentari occidentali, si assiste a un abbandono delle specie rurali e indigene.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali

Comunità indigena:Tswana, Shona, Khoisan
Segnalato da:Melissa de Billot