Aqrit

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Aqrit è il nome di un metodo tradizionale di conservazione della carne legato al popolo Siwa.
Quando una vacca (o qualsiasi altro grosso animale) è macellata e i diversi tagli della carne sono separati, alcuni sono messi da parte e tagliati in piccoli cubi. I cubetti sono quindi salati e lasciati ad essiccare al sole. Il processo richiede normalmente tre giorni circa.
Una volta che si sono asciugati a sufficienza, vengono riposti all’interno. In questo modo, la carne può essere conservata per un anno. La consistenza è molto asciutta e dura, simile a quella di una pietra. Quando l’aqrit viene cotto, riacquista la morbidezza della carne normale.
Quando sono aggiunti ai piatti, i cubetti di carne hanno un sapore molto distintivo, che dona un aroma di carne intenso. L’aqrit può essere cotto in molti modi diversi: stufato, in zuppa o bollito ed è servito con il riso.
La carenza di metodi di refrigerazione ha portato allo sviluppo di questa tecnica di conservazione, che impedisce alla carne di andare a male. Tuttavia, la conoscenza sui metodi tradizionali di conservazione della carne stanno scomparendo.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneEgitto
Regione

Matruh

Altre informazioni

Categorie

Salumi e derivati carnei

Comunità indigena:Siwi
Segnalato da:Mariam Taher