Amankolobwe

Torna all'archivio >

Amankolobwe è il nome locale con cui si indica un piccolo cetriolo (Cucumis spp.) spinoso e dalla forma arrotondata, sia coltivato sia selvatico. È un cibo tipico tra i Bemba, i Chewa, i Nsenga, i Tumbuka e altre comunità dello Zambia settentrionale e orientale, e anche nel Malawi. Viene solitamente raccolto in aprile e maggio, subito dopo la stagione delle piogge e la mietitura del granturco. I frutti vengono essiccati al sole per conservarli, per essere poi consumati nei mesi successivi. I semi non si mangiano. L’amankolobwe essiccato viene spesso preparato per occasioni speciali, soprattutto matrimoni, altrimenti può essere consumato come verdura o come sostituto della carne nei periodi di scarsità (la consistenza e il sapore, infatti, ricordano quelli della carne secca). Di solito viene cucinato con le arachidi (eccellenti fonti di proteine) e servito con lo nshima, alimento base del luogo, che si ricava dalla farina di granturco bianca. L’amankolobwe è ricco di vitamine e minerali.

Un tempo l’amankolobwe si raccoglieva selvatico, ma oggi viene anche coltivato, ed è diventato più difficile trovarlo in natura. Sebbene diverse varietà di cetrioli selvatici siano comuni e spesso usate in tutta l’Africa tropicale, hanno conosciuto un declino in molte zone agricole a causa delle coltivazioni intensive e dell’esteso utilizzo di erbicidi. L’amankolobwe viene raccolto e preparato soprattutto a uso domestico, anche se a volte si può trovare nei mercati locali.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneMalawiZambia
Regione

Eastern

Northern

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali

Comunità indigena:Bemba, Chewa, Nsenga, Tumbuka
Segnalato da:Nalwamba Sikombe