Aglio dei vigneti

Arca del Gusto
Torna all'archivio >

Weingarten-Knofl, Weingarten-KnoblauchWeingarten-Knofl e Weingarten-Knoblauch sono i nomi austriaci per l’aglio dei vigneti: una varietà di aglio che viene coltivata nei vigneti, come suggerisce il nome. È piccante e speziato e a lunga conservazione; le proprietà organolettiche sono determinate dal suolo in cui cresce. Appartiene alla famiglia delle Alliaceae ed è classificato come Allium sativum.  Solitamente, le piccole parti dei bulbi vengono piantate alla fine dell’autunno (ottobre o novembre) e l’aglio viene raccolto non più tardi di giugno o luglio. Può anche essere piantato in primavera, ma in questo caso bisognerebbe aspettare fino all’anno successivo per la raccolta. C’è anche una terza possibilità che prevede di aspettare che il bulbo produca un picciolo, dal quale si possono ricavare i semi che possono poi venire seminati: anche in questo caso è tuttavia necessario aspettare più di un anno per la raccolta. Per quanto riguarda le proprietà organolettiche, poiché l’aglio cresce nei vigneti, sviluppa un sapore molto intenso che è determinato dalle caratteristiche dei vigneti terrazzati della regione, formati da uno strato molto sottile di terreno sulle rocce, dalla presenza di terra argillosa molto ricca, e dalla ghiaia del vecchio letto del Danubio. Tutte queste caratteristiche influiscono sul sapore del prodotto. L’aglio dei vigneti si conserva a lungo poiché cresce lentamente sul terreno secco: questo impedisce che i bulbi avvizziscano durante l’inverno. Cresce meglio nei vigneti biologici, dato che i pesticidi danneggiano la crescita, così come i più comuni trattamenti meccanici contro le erbe infestanti. I terreni per la sua coltivazione sono scelti con molta attenzione: di solito sono vicini ai perni utilizzati ogni 5 metri circa per sostenere i filari. Questi vengono ripuliti dalle erbe infestanti a mano o con un attrezzo che non danneggi l’aglio. La particolare fragilità di questa varietà di aglio richiede una particolare cura. Questa varietà di aglio viene coltivata nei vigneti da oltre cento anni nelle regioni del Wachau e del Weinviertel. L’aglio dei vigneti da sempre è parte essenziale dell’alimentazione dei produttori di vino: un tempo veniva servito nelle Heurigen, i locali in cui i prodotti della fattoria venivano venduti direttamente. Dunque si può parlare di un legame diretto tra il produttore e il consumatore. C’è anche un aspetto sociale legato al Weingarten-Knoblauch: i viticoltori spesso consumano i pasti nelle vigne o nelle cantine. Questi pasti – può trattarsi sia del pranzo che della cena – vengono chiamati Weinhauer Jause e sono costituiti da pane, carne, lardo e aglio – elemento essenziale per digerire il pasto pesante. Un tempo, nei vigneti venivano coltivati anche frutta e verdura, come pesche, noci, ciliegie selvatiche, e rafano.

Torna all'archivio >

Territorio

NazioneAustria
Regione

Niederösterreich

Altre informazioni

Categorie

Ortaggi e conserve vegetali