Acetosa di montagna

Torna all'archivio >

Juopmu, juobmo, jåamoe

Nella cucina Sami tradizionale, le erbe e le bacche selvatiche sono di importanza vitale: forniscono fibra e vitamine e spesso hanno anche qualità medicinali. I prodotti vegetali coltivati erano rari, sia per motivi climatici che per lo stile di vita nomade dei Sami. Tra le piante selvatiche tipiche della cucina Sami, come l’angelica norvegese, la cicerbita violetta, l’alchemilla, la pinguicula, il camenerio, la betulla, l’abete e il pino, l’acetosa di montagna (Rumex acetosa subsp. lapponicus) ha un ruolo particolarmente importante come piatto di contorno.
I Sami la chiamano juopmu, juobmo o jåamoe. Gli stessi nomi sono usati per indicare il piatto più comune preparato con l’acetosa di montagna, una sorta di porridge consumato come contorno, servito con pesce o latte acido a colazione. In stagione, quando renne e capre sono munte, viene unita al latte fresco e poi lasciata in acqua fredda per inacidirsi lentamente. L’acetosa di montagna può inoltre essere cotta con latte o panna e zucchero e servita come dessert.
Questa specie perenne, con steli che arrivano fino a un metro di altezza, è tipica della tundra e delle zone montane e subalpine, dove normalmente cresce nei prati, su affioramenti rocciosi, lungo fiumi, laghi o torrenti. Fiorisce a fine primavera e in estate. La pianta si trova sia in Eurasia che in nord America.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >

Territorio

NazioneSvezia
Regione

Norrbottens län

Altre informazioni

Categorie

Spezie, erbe selvatiche e condimenti

Comunità indigena:Sami
Segnalato da:Mariusz Rybak