Gli itinerari di Slow Food in Azione – Costa d’Amalfi

Slow Food Travel

Torna all'archivio >
Campania, Costiera Amalfitana
© Archivio fotografico Slow Food

Un itinerario attraverso una delle meraviglie del nostro Paese, alla scoperta degli angoli meno conosciuti e più autentici della Costa d’Amalfi.

Oltre le spiagge e i borghi affacciati sul mare, esiste un’altra Costiera, fatta di comunità e piccole produzioni artigiane che testimoniano un patrimonio gastronomico ricchissimo, e che ogni giorno difendono questo paradiso fragile dall’abbandono, valorizzandone le sue autenticità.

Tra le più blasonate destinazioni turistiche d’Italia, la Costa d’Amalfi è una delle meraviglie del nostro Paese, meta di milioni di turisti richiamati dal mare cristallino e da magnifici borghi che testimoniano una storia ricchissima. Eppure, buona parte di questi turisti si ferma a pochi metri dal bagnasciuga, limitandosi a poche tappe iperinflazionate.  Ma la costa d’Amalfi è molto di più di una fascia costiera: racchiude ecosistemi diversi che vanno dalle scogliere alle alture che superano i mille metri di quota, dai terrazzamenti eroici della media-alta costa fino al fondo dei più umidi valloni che si alternano a promontori a strapiombo sul mare.

Un territorio plasmato nei secoli dalla mano dell’uomo con muretti a secco e terrazzamenti eroici, trasformando un terra aspra e selvaggia in un giardino dell’eden in verticale. Un terra la cui bellezza però si regge su equilibri fragilissimi che molto dipendono dalla qualità dell’attività antropica che abitanti e viaggiatori esercitano su di essa.

Questo itinerario nasce proprio per incoraggiare il viaggiatore ad una diversa fruizione della costa, aprendo ad una nuova rete di autenticità locali, gastronomiche e artigianali con le quali entrare direttamente in contatto per entrare con la mente e con il cuore, in uno dei luoghi più meravigliosi del nostro Paese.

La Costa d’Amalfi è soprattutto un tesoro gastronomico da scoprire. A partire dagli agrumi, che hanno dal medioevo tempo un ruolo centrale nella gastronomia locale. Qui si produce il celebre limone sfusato di Amalfi che si distingue per l’elevata concentrazione di sostanze aromatiche (oli essenziali e terpeni), in alcuni casi in quantità doppia rispetto alle varietà più comuni, e che per questo garantisce risultati straordinari se usato nella preparazione del limoncello.

Nel borgo di Cetara si produce poi l’inconfondibile Colatura tradizionale di alici. Discendente del garum romano, questo prodotto unico si ottiene dalla raccolta del liquido ambrato (colatura appunto) che percola dalle botti in cui sono conservate e maturate le alici pescate nel golfo. Per giungere a piena maturazione, il disciplinare del Presidio Slow Food della colatura di alici di Cetara prevede una stagionatura di almeno 6-9 mesi in apposite botti di rovere dette terzigni.

Soprattutto qui in Costa d’Amalfi è nata una rete di guide e appassionati, capaci di raccontare questa terra, la sua storia, e le sfide che affronta, attraverso un’offerta gastronomica di turismo esperienziale di altissimo livello, capace di unire il piacere alla responsabilità.

Attraverso gli itinerari di Slow Food in Azione, Slow Food coinvolge decine di agricoltori, artigiani, ristoratori e attivisti per far conoscere un territorio e il suo patrimonio attraverso le proprie eccellenze enogastronomiche ed esperienze autentiche. Nuove comunità che stanno lavorando assieme a Slow Food per mettersi in rete ed esprimere al meglio il proprio potenziale quali destinazioni turistiche enogastronomiche di qualità.

Gli itinerari Slow Food travel sono stati possibili grazie al progetto “Slow Food in azione: le comunità protagoniste del cambiamento” finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale del Terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese – Avviso n.1/2018.
“Slow Food in azione: le comunità protagoniste del cambiamento” ai sensi dell’articolo 72 del codice del terzo settore, di cui al decreto legislativo N. 117/2017.

Come posso organizzare il mio viaggio?

Rivolgiti a Info Point del Distretto Turistico Costa d’Amalfi

tel. 089874557 – Mob. 342.0602674 – Email: infopoint@distrettocostadamalfi.it

  • Costiera Amalfitana, limoni
  • Costiera Amalfitana, artigiano
  • Costiera Amalfitana, tramonto
  • Costiera Amalfitana, produttore di limoncello