Quante volte devi fallire prima di diventare un Campione del Mondo Barista?

Diego Campos è diventato il primo Campione del Mondo Barista della Colombia a Milano, Italia, nel 2021. 

Ma torniamo all’inizio della sua storia: a 18 anni Diego si trasferisce da una piccola città, El Espinal, a Bogotà, dove una delle sue sorelle maggiori lavora per Amor Perfecto.

Diego non ha esperienza ma inizia fin da subito a mostrare disciplina e impegno nel suo lavoro, migliorando ogni giorno nel settore tostatura. Fin da subito rimane affascinato dal lavoro del barista e nel 2009, dopo un solo anno che lavora da Amor Perfecto, si classifica al secondo posto nel Campionato Colombiano Baristi 2009.
Fu un grande inizio, però nel Campionato Colombiano del 2010 finì al settimo posto e nel 2011 al quarto. 

Nel 2012, frustrato per aver perso la competizione negli ultimi due anni, si prende un anno di pausa per cercare il caffè perfetto e creare la routine ideale. Nelle montagne di Huila, un dipartimento della Colombia, incontra il produttore Elias Roa. Del suo periodo di pausa dalle competizioni indubbiamente viene ricordato il desiderio di imparare sulla coltivazione e lavorazione ma soprattutto, la sua voglia di gareggiare alle competizioni per baristi. 

Dopo aver vinto nel 2014 il Campionato Colombiano dei Baristi, si reca a Seattle, USA, per competere nel WBC del 2015. Si classifica quattordicesimo. Nel 2017, a Seul, Corea del Sud, si piazza venticinquesimo.
Diego, ovviamente distrutto, decide di prendersi una pausa. 

Va in Australia per migliorare il suo inglese e intanto fa domanda per una competizione che quell’anno si sarebbe tenuta in Colombia, chiamata Barista & Farmer, iniziata da Francesco Sanapo e Rebecca Atienza. Lo scopo di Barista & Farmer è quello di riunire baristi di tutto il mondo per lavorare in coltivazioni di caffè e scoprire il lavoro fatto all’origine.  

Diego si è preparato per anni studiando le migliori pratiche agricole, quindi non è stata una sorpresa quando viene proclamato vincitore. La sua fiducia è tornata e dopo aver vinto il Campionato Colombiano dei Baristi 2019 inizia a prepararsi per il WBC 2020 a Melbourne. 

La pandemia colpisce il mondo che conosciamo, il WBC viene annullato e a luglio 2021 viene annunciata la nuova location: Milano.
Nonostante il brevissimo tempo per allenarsi e prepararsi, e i diversi problemi legati al COVID e alle complicazioni di viaggio, Diego attua una nuova tecnica: divide l’intera competizione di quindici minuti in secondi. 900 secondi e un discorso da far combaciare. Lo stesso Diego condividerà in seguito che durante la preparazione ha svolto l’intera routine per più di cento volte.

Il 26 ottobre, i presentatori annunciando i sei finalisti del WBC. Diego viene proclamato vincitore. Ha vinto. Il suo più grande sogno si è avverato. 

“Colombia, questo è per te: per i baristi, per i coltivatori di caffè e per tutte le persone che si alzano ogni giorno per lavorare e vogliono realizzare i loro sogni” ha detto Diego non appena ha vinto. La vittoria di Diego non è nient’altro che la dimostrazione che la Colombia, oltre a produrre caffè di altissima qualità, sa anche come tostarlo e come estrarlo.
Diego condivide sempre questo pensiero “La tostatura all’origine può rendere la value chain del caffè più equa e giusta e aggiungere più valore nei paesi produttori. Non ho mai visto un contenitore di uva lasciare la Francia per fare champagne a New York.  Allora, perché succede con il caffè?”.
Nei prossimi cinque anni, Diego vorrebbe condividere le sue esperienze e conoscenze, con il maggior numero di baristi e produttori di caffè, per creare un futuro sostenibile per l’industria del caffè. 

Fin dall’inizio, tutto quello che ha fatto, prima come torrefattore, poi come barista e poi come produttore di caffè, lo ha portato a diventare il campione mondiale dei baristi. Aveva bisogno di tutte le conoscenze, il più possibile, per diventare il migliore del mondo. 

La vittoria di Diego non è stata un colpo di fortuna. Sono stati anni di dedizione, disciplina, impegno. 

E adesso, ha ottenuto tutto. 

Torna all'archivio