Uva montonico

Presidio Slow Food

Italia

Abruzzo

Frutta fresca, secca e derivati

Vino e vitigni

Torna all'archivio >
Uva montonico

Sono in pochi a conoscere il montonico, ma la sua storia è antica e importante. Una fonte risalente al 1615 del Catasto Onciario testimonia l’esistenza nel territorio teramano di Bisenti di un vitigno con questo nome. Numerose altre fonti lo citano successivamente come vitigno di qualità molto produttivo.
Nei secoli ha rappresentato un’importante fonte di sostentamento e reddito per la popolazione di questa zona montana povera alle pendici del Gran Sasso. La sua fama era legata non tanto alla vinificazione, quanto alla sua qualità come uva da tavola. In un registro del 1938 si indicano 14.000 quintali di uva montonico prodotti a Bisenti e a Poggio delle Rose di Cermignano, esportati in Germania come uva da tavola. Ma a partire dal secondo dopoguerra si è affermata la coltivazione di uva montonico per la vinificazione.
Fino agli anni Sessanta questa varietà era ampiamente diffusa in Abruzzo, ma nei decenni successivi la sua area di coltivazione è andata sempre più restringendosi. Oggi si coltiva prevalentemente nella zona di Bisenti e Cermignano, gli areali di più intensa coltivazione in passato. Si è adattato bene nei secoli ai terreni a ridosso del Gran Sasso e cresce ad un’altitudine che può superare anche i 500 metri sul livello del mare. È infatti un vitigno molto vigoroso, che grazie alle sue innate doti di adattamento ha trovato in queste zone la sua giusta identità. Le avversità pedoclimatiche (clima freddo in inverno e terreni duri, ciottolosi, calcarei) gli hanno attribuitole tipiche caratteristiche organolettiche. Il grappolo è grande, allungato, dalla forma quasi cilindrica e gli acini sono grossi e rotondi con buccia spessa e consistente di colore giallo verdognolo. Tollera bene gli attacchi di botrite ed ha polpa abbondante: il mosto che se ne ottiene è di colore giallo paglierino scarico tendente al verdognolo, fresco e floreale al naso. Tradizionalmente l’uva si mangiava fresca o passita e si trasformava in vino e aceto. Dopo aver rischiato l’estinzione negli ultimi decenni, il montonico oggi è coltivato in appezzamenti per lo più familiari e la produzione rimane residuale. Viene perlopiù vinificato oppure legato, grappolo per grappolo, appeso alle travi delle case e lì lasciato appassire fino al periodo natalizio, il periodo di consumo tradizionale.
La popolazione locale lo ha reso protagonista dei festeggiamenti della festa dell’uva e del vino che si tiene in ottobre nel centro storico di Bisenti, quando vengono fatti sfilare alcuni carri allegorici che raffigurano scene campestri legate appunto alla vendemmia.

Stagionalità

La raccolta dell’uva montonico avviene a fine settembre. I prodotti sono reperibili tutto l’anno.

Torna all'archivio >
Thanks to the Presidium, a few young producers want to revive its cultivation and restore the abandoned vineyards, promoting this grape variety with the winemaking process and its transformation into products: jams, vino cotto, grape must syrup and vinegar. The first step was to restore the old family vineyards and those no longer tended by the older generations and to replant other areas so as to have more grapes to sell and process in the future. The production protocol that has been created ensures that the grapes are grown in an environmentally sustainable way, and for this reason in particular it does not permit the use of synthetic chemicals.

Production area
Bisenti and Cermignano municipalities (Poggio delle Rose district), Teramo province

Presidium supported by
Gal Leader Teramano
Produttori

Agriturismo Domus
di Rosa Narcisi
Contrada Collemarmo
Bisenti (Te)
Tel. 320 1879195
bisenti87@gmail.com

Matteo Ciccone
Via Chioviano Basso, 38
Bisenti (Te)
Tel. 340 5537497
info@aziendaagricolaciccone.it
www.aziendaagricolaciccone.it

Francesca Valente
Contrada Chioviano I
Bisenti (Te)
Tel. 320 1547875
info@agricolavalente.com
www.agricolavalente.com
Referente dei produttori del Presidio
Francesca Valente
Tel. 320 1547875
info@agricolavalente.com


Responsabile Slow Food del Presidio
Nicola Splendiani
nicolasplendiani@gmail.com
Thanks to the Presidium, a few young producers want to revive its cultivation and restore the abandoned vineyards, promoting this grape variety with the winemaking process and its transformation into products: jams, vino cotto, grape must syrup and vinegar. The first step was to restore the old family vineyards and those no longer tended by the older generations and to replant other areas so as to have more grapes to sell and process in the future. The production protocol that has been created ensures that the grapes are grown in an environmentally sustainable way, and for this reason in particular it does not permit the use of synthetic chemicals.

Production area
Bisenti and Cermignano municipalities (Poggio delle Rose district), Teramo province

Presidium supported by
Gal Leader Teramano
Produttori

Agriturismo Domus
di Rosa Narcisi
Contrada Collemarmo
Bisenti (Te)
Tel. 320 1879195
bisenti87@gmail.com

Matteo Ciccone
Via Chioviano Basso, 38
Bisenti (Te)
Tel. 340 5537497
info@aziendaagricolaciccone.it
www.aziendaagricolaciccone.it

Francesca Valente
Contrada Chioviano I
Bisenti (Te)
Tel. 320 1547875
info@agricolavalente.com
www.agricolavalente.com
Referente dei produttori del Presidio
Francesca Valente
Tel. 320 1547875
info@agricolavalente.com


Responsabile Slow Food del Presidio
Nicola Splendiani
nicolasplendiani@gmail.com

Territorio

NazioneItalia
RegioneAbruzzo