Oliva caiazzana da mensa

Italia

Campania

Frutta fresca, secca e derivati

Torna all'archivio >
Oliva caiazzana da mensa

L’oliva caiazzana è una varietà tipica del territorio omonimo: Caiazzo. Un territorio collinare che si arrampica dalla piana campana fino al massiccio del Matese.
La sua coltivazione è molto antica: sono state rinvenute alcune grosse pietre lavorate di epoca pre medioevale caratterizzate da incavi usati proprio per la trasformazione delle olive.
Alcuni documenti inerenti la legislazione del territorio caiatino, i cosiddetti Statuti di Alvignano e Chiazzo, redatti tra il 1449 e il 1497, regolamentano il settore olivicolo-oleario, attestando l’importanza che già in epoca medievale si attribuiva alla produzione di olive e di olio di qualità.
Il frutto è caratterizzato da forma ellissoidale con apice arrotondato e base leggermente appiattita e il colore della polpa è nero violaceo dall’esterno fino al nocciolo.
Secondo la tradizione si mangia cotta (infornata), conservata in salamoia o sott’olio, ma esistono anche alcune varianti locali di conservazione, ad esempio sotto la cenere. Il processo di lavorazione dell’oliva infornata dura tra i 15 e i 20 giorni, prima della cottura infatti viene lasciata in acqua con sale e aromi come il finocchietto selvatico e l’aglio.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • Yes   No

Stagionalità

La raccolta e la conservazione avvengono da novembre, il prodotto trasformato è disponibile tutto l’anno.

Torna all'archivio >
La cultivar caiazzana è da sempre considerata a duplice attitudine. Ma se da alcuni anni sono presenti aziende che producono ottimi extravergini, per le olive da mensa la produzione è limitata e rischia la totale scomparsa.
Il Presidio dell'oliva caiazzana da mensa – insieme al lupino gigante di Vairano e cipolla di Alife – nasce nell’ambito del progetto Presidio della Biodiversità dell'Alto Casertano, realizzato da Slow Food Campania e dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità per valorizzare i prodotti più interessanti dei territori del GAL Alto Casertano (che comprendono le macroaree del Monte Matese, del Monte Maggiore e del Monte Santa Croce).
A Caiazzo sono rimaste 4 aziende attive nella coltivazione e trasformazione delle olive. L'obiettivo del Presidio è di preservare gli oliveti, rilanciando la raccolta e trasformazione delle olive secondo un disciplinare di produzione attento alla qualità.

Area di produzione
Valle del Volturno, provincia di Caserta

Presidio sostenuto da
Gal Alto Casertano
Fattoria Selvanova
Castel Campagnano (Ce)
Località Squille
Via Selvanova snc
tel. 0823 863271 - 335 492202
info@selvanova.com
www.selvanova.com

Il Giardino Segreto di Angelo Mastroianni
Via Villa Santa Croce, 141
Piana di Monteverna (Ce)
Tel. 0823 868943 - 329 7296897
ang.mastroianni@libero.it

La Sbecciatrice di Domenico Barbiero
Via Villa Santa Croce, 139
Piana di Monteverna (Ce)
tel. 339 1216016
info@lasbecciatrice.it
www.lasbecciatrice.it

Antonio Sangiovanni
Caiazzo (Ce)
Località SS. Giovanni e Paolo
Tel. 339 3275628
antoniosangiovanni59@libero.it

Verdeoliva di Sabino Serra
Via Pratillo, 10
Alvigano (Ce)
Tel. 0823 865199 - 347 5434312
aziendaverdeoliva@libero.it
www.fattoriaverdeoliva.it

Responsabile Slow Food del Presidio
Oreste Insero
tel. 3358427323
oresteinsero@virgilio.it

Referente dei produttori del Presidio
Angelo Mastroianni
Tel. 0823 868943 - 329 7296897
ang.mastroianni@libero.it
La cultivar caiazzana è da sempre considerata a duplice attitudine. Ma se da alcuni anni sono presenti aziende che producono ottimi extravergini, per le olive da mensa la produzione è limitata e rischia la totale scomparsa.
Il Presidio dell'oliva caiazzana da mensa – insieme al lupino gigante di Vairano e cipolla di Alife – nasce nell’ambito del progetto Presidio della Biodiversità dell'Alto Casertano, realizzato da Slow Food Campania e dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità per valorizzare i prodotti più interessanti dei territori del GAL Alto Casertano (che comprendono le macroaree del Monte Matese, del Monte Maggiore e del Monte Santa Croce).
A Caiazzo sono rimaste 4 aziende attive nella coltivazione e trasformazione delle olive. L'obiettivo del Presidio è di preservare gli oliveti, rilanciando la raccolta e trasformazione delle olive secondo un disciplinare di produzione attento alla qualità.

Area di produzione
Valle del Volturno, provincia di Caserta

Presidio sostenuto da
Gal Alto Casertano
Fattoria Selvanova
Castel Campagnano (Ce)
Località Squille
Via Selvanova snc
tel. 0823 863271 - 335 492202
info@selvanova.com
www.selvanova.com

Il Giardino Segreto di Angelo Mastroianni
Via Villa Santa Croce, 141
Piana di Monteverna (Ce)
Tel. 0823 868943 - 329 7296897
ang.mastroianni@libero.it

La Sbecciatrice di Domenico Barbiero
Via Villa Santa Croce, 139
Piana di Monteverna (Ce)
tel. 339 1216016
info@lasbecciatrice.it
www.lasbecciatrice.it

Antonio Sangiovanni
Caiazzo (Ce)
Località SS. Giovanni e Paolo
Tel. 339 3275628
antoniosangiovanni59@libero.it

Verdeoliva di Sabino Serra
Via Pratillo, 10
Alvigano (Ce)
Tel. 0823 865199 - 347 5434312
aziendaverdeoliva@libero.it
www.fattoriaverdeoliva.it

Responsabile Slow Food del Presidio
Oreste Insero
tel. 3358427323
oresteinsero@virgilio.it

Referente dei produttori del Presidio
Angelo Mastroianni
Tel. 0823 868943 - 329 7296897
ang.mastroianni@libero.it

Territorio

NazioneItalia
RegioneCampania

Altre informazioni

CategorieFrutta fresca, secca e derivati