Miele degli Ogiek

Kenya

Rift Valley

Miele

Torna all'archivio >
Miele degli Ogiek

Gli Ogiek sono una delle più antiche tribù del Kenya, vivono nella foresta Mau e nella foresta vicina al monte Elgon, al confine con l’Uganda. Oggi sono 20.000, divisi in gruppi e clan, e sono sopravvissuti a lunghi anni di persecuzione: durante il dominio coloniale, infatti, sono stati sterminati e cacciati dalle loro terre e nel 1993, la commissione inglese che ha esaminato il problema della terra, non li ha riconosciuti come tribù vera e propria, ma come una popolazione vagante e abusiva.
Gli ogiek vivono grazie alle risorse naturale della foresta: sono cacciatori e raccoglitori, e la loro attività principale è l’apicoltura, ma alcuni di loro si stanno dedicando anche all’allevamento e all’agricoltura. Un tempo questa attività era svolta esclusivamente dagli uomini, in particolare dagli anziani della comunità, gli unici autorizzati a costruire alveari e raccogliere il miele per non danneggiare gli alberi. Le arnie erano quelle tradizionali: grandi cilindri di cedro rosso (un legno che resiste ai parassiti e al tempo) appese ad alberi ad alto fusto. Oggi, si sono avvicinate all’apicoltura anche le donne, che però usano arnie collocate a terra (le cosiddette top bar). Gli uomini, invece, continuano ad arrampicarsi sugli alberi con l’aiuto di liane e raccolgono il miele dopo aver fumigato le arnie bruciando del muschio seccato.
Il nettare preferito dalle api degli ogiek (api piccole e nere di razza africana) è quello del Dombeya goetzeni, il cui fiore dona al miele di agosto un caratteristico colore grigio-biancastro e un sapore inconfondibile. La raccolta di dicembre invece ha un colore giallognolo e quella tra febbraio e aprile è rossastra, quasi nera.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo
Torna all'archivio >
All’inizio del ‘900 la foresta Mau è stata sfruttata dagli inglesi, che avevano bisogno di legna per far funzionare le macchine a vapore; dopo la seconda guerra mondiale, gli inglesi hanno avviato una campagna di riforestazione, introducendo però diverse piante esotiche, poco adatte all’apicoltura. Lo sfruttamento della foresta Mau – per far posto a piantagioni di té o di fiori, o per ricavare carbone o legname – a partire dal 1980 è diventato sempre più grave: negli ultimi 20 anni è stato distrutto il 60 per cento della copertura arborea. Il Presidio è nato per salvaguardare questo ecosistema e per valorizzare la cultura ancestrale degli ogiek, attraverso la promozione del loro prodotto simbolo: il miele. La cooperativa Macodev, che riunisce 12 gruppi di apicoltori, lavora per aumentare la produzione, differ- enziare i tipi di miele prodotti dagli ogiek, migliorare il packaging e promuovere il prodotto presso negozi, ristoranti e alberghi. Dal 2015 la comunità ogiek del Presidio fa parte di un circuito di turismo responsabile promosso in collaborazione con la Fondazione Slow Food per la Biodiversità e Necofa.

Area di produzione
Distretto di Marioshoni, contea di Nakuru

Sostenuto da
IFAD
349 apicoltori riuniti in 12 gruppi che conferiscono il miele alla cooperativa Macodev
Responsabile dei produttori
Martin Lele Kiptiony (Presidente)
tel. +254 725858713

Responsabile del Presidio
Samson Kiiru Ngugi
tel. +254 719100913
s.ngugi@slowfood.it
All’inizio del ‘900 la foresta Mau è stata sfruttata dagli inglesi, che avevano bisogno di legna per far funzionare le macchine a vapore; dopo la seconda guerra mondiale, gli inglesi hanno avviato una campagna di riforestazione, introducendo però diverse piante esotiche, poco adatte all’apicoltura. Lo sfruttamento della foresta Mau – per far posto a piantagioni di té o di fiori, o per ricavare carbone o legname – a partire dal 1980 è diventato sempre più grave: negli ultimi 20 anni è stato distrutto il 60 per cento della copertura arborea. Il Presidio è nato per salvaguardare questo ecosistema e per valorizzare la cultura ancestrale degli ogiek, attraverso la promozione del loro prodotto simbolo: il miele. La cooperativa Macodev, che riunisce 12 gruppi di apicoltori, lavora per aumentare la produzione, differ- enziare i tipi di miele prodotti dagli ogiek, migliorare il packaging e promuovere il prodotto presso negozi, ristoranti e alberghi. Dal 2015 la comunità ogiek del Presidio fa parte di un circuito di turismo responsabile promosso in collaborazione con la Fondazione Slow Food per la Biodiversità e Necofa.

Area di produzione
Distretto di Marioshoni, contea di Nakuru

Sostenuto da
IFAD
349 apicoltori riuniti in 12 gruppi che conferiscono il miele alla cooperativa Macodev
Responsabile dei produttori
Martin Lele Kiptiony (Presidente)
tel. +254 725858713

Responsabile del Presidio
Samson Kiiru Ngugi
tel. +254 719100913
s.ngugi@slowfood.it

Territorio

NazioneKenya
RegioneRift Valley

Altre informazioni

CategorieMiele