Mandorla di Noto - Presìdi Slow Food - Fondazione Slow Food

Mandorla di Noto

Nei mandorleti della Val di Noto si conserva una mandorla straordinaria: la romana, ottima per la pasticceria. Questa antica cultivar ha un guscio spesso e legnoso: un involucro che trattiene i grassi, conservando a lungo il sapore e il profumo della mandorla ma, per contro, la resa è molto bassa. Con la nascita del Presidio è stato stilato un disciplinare e i mandorlicoltori si sono riuniti in un’associazione. L’obiettivo è avere maggiore autonomia e fare in modo che le mandorle in futuro siano smallate, essiccate, sgusciate, spellate e vendute direttamente dai produttori.

Area di produzione: Comuni di Noto, Avola, Rosolini, Canicattini Bagni (provincia di Siracusa)
Presidio sostenuto da: Assessorato delle risorse agricole e alimentari della Regione Siciliana
Stagionalità: il periodo di raccolta delle mandorle è da luglio ad agosto ma si trovano sul mercato tutto l’anno