Malon

Presidio Slow Food

Italia

Ortaggi e conserve vegetali

Torna all'archivio >
Malon

Le Valli del Natisone si trovano nella parte più orientale del Friuli Venezia e Giulia. Dalla città di Cividale si sviluppano a ventaglio in direzione nord-est, verso il confine con la Slovenia. Sovrastate dal monte Matajur, che con i suoi 1641 metri ne rappresenta il simbolo, conservano tradizioni gastronomiche simili a quelle che ritroviamo nelle aree montuose alpine. Vivere dove le estati sono corte e miti e gli inverni lunghi e freddi implica saper sfruttare al meglio quanto che c’è a disposizione; allevando gli animali più adatti alla vita in montagna, selezionando e coltivando frutta e ortaggi che possano essere trasformati e conservati per diversi mesi.
Le dorsali alte delle Valli del Natisone custodiscono un’eccezione, una zucca detta malon, che è stata tramandata nei secoli e che ancora oggi viene coltivata, nonostante la scarsa attitudine alla conservazione. Si tratta di una zucca a pasta bianca, dalla forma cilindrica-tondeggiante.
Quando è ancora di piccole dimensioni, sembra un grosso zucchino, ma se si sviluppa completamente può raggiungere una lunghezza di circa 40-50 cm e un diametro di 30-40. La buccia è liscia, al più leggermente verrucosa, di un colore verde e bianco che, a maturazione, diventa giallo intenso, quasi ocra. Nelle annate migliori una singola pianta arriva a produrre anche 5 frutti.

In cucina il malon si usa quando è ancora fresco, con la polpa bianca e la buccia tenera.
Ha un sapore dolce ed è ingrediente cardine di alcune ricette tradizionali, come ad esempio la briza, o zupa malonova, una minestra realizzata con malon, batuda (latte vaccino intero acidificato), fagioli e talvolta patate. Grattugiato e stufato in tegame, si serve spesso come contorno di piatti a base di carne e talvolta si usa in alcune varianti dello stakanje, un pestato a base di verdure e patate condito in varianti differenti a seconda della stagione e della località, oppure in risotti e frittate.

Stagionalità

Il Malon si raccoglie da agosto ad ottobre

Torna all'archivio >
Le valli del Natisone sono note per piatti come lo štakanje, oppure dolci come la gubana o gli štrukiji kuhani (strucchi lessi), mentre è più difficile associarle a singole varietà vegetali come accade in altre zone. Eppure, osservando gli orti familiari delle zone più alte e ascoltando i racconti tramandati di generazione in generazione, ci si accorge di come il malon accompagni da sempre queste comunità. Se le cucine familiari non hanno mai dimenticato il malon, anche i ristoranti locali stanno iniziando a riscoprirlo e a riproporlo. Il Presidio è nato affinché la coltivazione dagli orti familiari e dalle realtà agrituristiche possa allargarsi a nuove aziende. Inoltre il progetto si propone di sperimentare tecniche di trasformazione che possano dare al malon la possibilità di essere gustato tutto l’anno.


Area di produzione: Comuni di Drenchia, Grimacco, Stregna, San Leonardo, Savogna, Pulfero, San Pietro al Natisone

Sostenuto da
Regione Friuli-Venezia Giulia
I produttori

Az. Agr. Alessandro Dugaro S.S.
Frazione Ussivizza 10
San Leonardo (Ud)


Az. Agr. Scribano S.S.
Località Craoretto, 22
Prepotto (Ud)

I custodi: Balus Sergio, Chiabai Adriano, Primosig Maria, Rodrigue Patrick, Strazzolini Tiziana.

Referente dei produttori
Caterina Dugaro
caterina.dugaro@gmail.com

Referente Slow Food
Gianfranco Topatigh
Tel. 348 2121553
gtopatigh@yahoo.com
Le valli del Natisone sono note per piatti come lo štakanje, oppure dolci come la gubana o gli štrukiji kuhani (strucchi lessi), mentre è più difficile associarle a singole varietà vegetali come accade in altre zone. Eppure, osservando gli orti familiari delle zone più alte e ascoltando i racconti tramandati di generazione in generazione, ci si accorge di come il malon accompagni da sempre queste comunità. Se le cucine familiari non hanno mai dimenticato il malon, anche i ristoranti locali stanno iniziando a riscoprirlo e a riproporlo. Il Presidio è nato affinché la coltivazione dagli orti familiari e dalle realtà agrituristiche possa allargarsi a nuove aziende. Inoltre il progetto si propone di sperimentare tecniche di trasformazione che possano dare al malon la possibilità di essere gustato tutto l’anno.


Area di produzione: Comuni di Drenchia, Grimacco, Stregna, San Leonardo, Savogna, Pulfero, San Pietro al Natisone

Sostenuto da
Regione Friuli-Venezia Giulia
I produttori

Az. Agr. Alessandro Dugaro S.S.
Frazione Ussivizza 10
San Leonardo (Ud)


Az. Agr. Scribano S.S.
Località Craoretto, 22
Prepotto (Ud)

I custodi: Balus Sergio, Chiabai Adriano, Primosig Maria, Rodrigue Patrick, Strazzolini Tiziana.

Referente dei produttori
Caterina Dugaro
caterina.dugaro@gmail.com

Referente Slow Food
Gianfranco Topatigh
Tel. 348 2121553
gtopatigh@yahoo.com

Territorio

NazioneItalia

Altre informazioni

CategorieOrtaggi e conserve vegetali