Fragola di Tortona

Italia

Piemonte

Frutta fresca, secca e derivati

Torna all'archivio >
Fragola di Tortona

La storia della fragola di Tortona inizia un secolo fa. Da un’attenta selezione di specie selvatiche presenti sulle colline circostanti si ottenne a inizio secolo una cultivar eccellente e pregiata: la «profumata». Una fragola nuova, diversa da tutte quelle esistenti: poco più grande di un lampone, dal profumo intensissimo e dal sapore dolce e delicato. Negli anni Trenta questa varietà di fragola divenne la punta di diamante dell’economia locale. Per la fragola di Tortona l’amministrazione cittadina costruì perfino un mercato coperto, il «Gabbione». Il vecchio mercato non era più sufficiente per accogliere le centinaia di acquirenti: in alcune serate si trattavano fino a 100 quintali di fragole, vendute in caratteristici cestini di fasce di legno intrecciate. Nella stagione della raccolta la città si impregnava di un profumo intenso, le operaie lasciavano il lavoro nelle fabbriche per dedicarsi alla raccolta e molte famiglie, grazie agli ottimi ricavi, riuscivano ad assestare i bilanci di un anno intero. Simile al lampone, come dimensione e colore, dolce, aromatica, ma soprattutto profumatissima: la fragola di Tortona è una rarità, tanto che la grande richiesta ha messo in moto un vero e proprio mercato del «falso». È disponibile solo per una decina di giorni l’anno, tra la metà e la fine di giugno (dipende dalle annate). Per questo, se vi capiterà di trovare gelati o frullati alla fragola di Tortona, diffidate. La vera fragola di Tortona è molto deperibile: va raccolta il mattino e consumata in giornata. A Tortona da sempre si mangia intera, cosparsa di zucchero e di un buon Barbera.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • Yes   No

Stagionalità

La raccolta si svolge tra maggio e giugno, con un periodo di conservazione molto breve. Durante il resto dell’ anno può essere consumata come trasformato.

Torna all'archivio >
La crisi, che risale al dopoguerra, è legata a difficoltà di impollinazione – c’erano più piantine femmine che maschi – e alla maggiore convenienza di varietà più economiche anche se meno pregiate, come il fragolone di Volpedo.
La tradizione dei cestini è rimasta, ma la produzione della fragola di Tortona fino a pochi anni fa era ridotta a pochi chilogrammi - raccolti in orti famigliari - che davano frutti straordinari in particolare in località Oasi, alla periferia orientale della città. Oggi quest’area è quasi totalmente urbanizzata ma alcuni produttori, riuniti nel Consorzio per la Valorizzazione e la Tutela della Fragola di Tortona e tutelati dal Presidio Slow Food, hanno avviato nuove coltivazioni in altre zone vicine.

Area di produzione
Comune di Tortona (provincia di Alessandria)

Presidio sostenuto da
Comune di Tortona, Consorzio per la valorizzazione e la tutela della Fragola di Tortona



Paola Dotti
Tortona (Al)
Via Emilia, 448
Cascina Gentila
Tel. 0131 881288

Patrizia Lodi
Tortona (Al)
Località Rivalta Scrivia
Strada Molino Bruciato, 9
Cascina Carcassola
Tel. 0131 817254
338 6471958
patrizia@carcassola.it
www.carcassola.it

Maria Teresa Mandirola
Viguzzuolo (Al)
Strada Todeschina, 13
Tel. 0131 898562
339 7573671

Andrea Milano
Pontecurone (Al)
Località Ostarietta
Via Emilia Sud, 10
Tel. 0131 886573
339 7436556

Paola Sacco
Tortona (Al)
Strada Ghilina, 2
Tel. 0131 881130
348 0630928
pelacagna@libero.it

Cascina Folletto
Tortona (Al)
Frazione Bettole
Strada Veneziana, 9/1
Tel. 0131 817898
339 6749917
info@cascinafolletto.com
www.cascinafolletto.com

Il Carrettino
di Giuseppe Catto
Tortona (Al)
Località Rivalta Scrivia
Strada Provinciale per Pozzolo, 15
Tel. 0131 860930
336 256512
info@ilcarrettino.it
www.ilcarrettino.it

Le Giuliandre
di Ivana Nobile
Viguzzolo (Al)
Via Tortona, 23
Tel. 339 1251551
marioviguzzolo@tim.it
Referente del Presidio
Patrizia Lodi
tel. 338 6471958
patrizia@carcassola.it

Responsabile Slow Food del Presidio
Marco Dell’Era
tel. 338 3147625
mdellera65@gmail.com
La crisi, che risale al dopoguerra, è legata a difficoltà di impollinazione – c’erano più piantine femmine che maschi – e alla maggiore convenienza di varietà più economiche anche se meno pregiate, come il fragolone di Volpedo.
La tradizione dei cestini è rimasta, ma la produzione della fragola di Tortona fino a pochi anni fa era ridotta a pochi chilogrammi - raccolti in orti famigliari - che davano frutti straordinari in particolare in località Oasi, alla periferia orientale della città. Oggi quest’area è quasi totalmente urbanizzata ma alcuni produttori, riuniti nel Consorzio per la Valorizzazione e la Tutela della Fragola di Tortona e tutelati dal Presidio Slow Food, hanno avviato nuove coltivazioni in altre zone vicine.

Area di produzione
Comune di Tortona (provincia di Alessandria)

Presidio sostenuto da
Comune di Tortona, Consorzio per la valorizzazione e la tutela della Fragola di Tortona



Paola Dotti
Tortona (Al)
Via Emilia, 448
Cascina Gentila
Tel. 0131 881288

Patrizia Lodi
Tortona (Al)
Località Rivalta Scrivia
Strada Molino Bruciato, 9
Cascina Carcassola
Tel. 0131 817254
338 6471958
patrizia@carcassola.it
www.carcassola.it

Maria Teresa Mandirola
Viguzzuolo (Al)
Strada Todeschina, 13
Tel. 0131 898562
339 7573671

Andrea Milano
Pontecurone (Al)
Località Ostarietta
Via Emilia Sud, 10
Tel. 0131 886573
339 7436556

Paola Sacco
Tortona (Al)
Strada Ghilina, 2
Tel. 0131 881130
348 0630928
pelacagna@libero.it

Cascina Folletto
Tortona (Al)
Frazione Bettole
Strada Veneziana, 9/1
Tel. 0131 817898
339 6749917
info@cascinafolletto.com
www.cascinafolletto.com

Il Carrettino
di Giuseppe Catto
Tortona (Al)
Località Rivalta Scrivia
Strada Provinciale per Pozzolo, 15
Tel. 0131 860930
336 256512
info@ilcarrettino.it
www.ilcarrettino.it

Le Giuliandre
di Ivana Nobile
Viguzzolo (Al)
Via Tortona, 23
Tel. 339 1251551
marioviguzzolo@tim.it
Referente del Presidio
Patrizia Lodi
tel. 338 6471958
patrizia@carcassola.it

Responsabile Slow Food del Presidio
Marco Dell’Era
tel. 338 3147625
mdellera65@gmail.com