Cipolla rossa delle Saline di Margherita di Savoia

Presidio Slow Food

Italia

Puglia

Ortaggi e conserve vegetali

Torna all'archivio >
Cipolla rossa delle Saline di Margherita di Savoia

La cipolla rossa delle Saline di Margherita di Savoia è un ecotipo locale coltivato nella zona naturalistica delle Saline, lungo la fascia costiera adriatica che si estende dalla foce del fiume Ofanto a quella del torrente Candelaro, e che comprende i territori di Margherita di Savoia, Zapponeta e Manfredonia. Questi terreni sabbiosi (veri e proprio arenili stretti tra le saline e il mare) hanno un’antica tradizione orticola (XVIII secolo) basata sulla rotazione tra cipolle, patate, carote e altri ortaggi, una tecnica che i contadini non hanno mai abbandonato.
I bulbi di questa cipolla sono teneri, succulenti, croccanti, con un elevato contenuto in zuccheri. Le sottili tuniche esterne sono di colore rosso intenso, con sfumature purpuree. Anche l’epidermide delle scaglie interne è rossastra.
La coltivazione non prevede l’uso di diserbanti: per gestire le malerbe, si impiegano tecniche manuali e piccoli sarchiatori realizzati artigianalmente dagli stessi produttori. In base al periodo di raccolta, la cipolla rossa si differenzia la  “marzaiola”, la “maggiaiola”, la “giugnaiola” e la “agostana” o “agostinella”, che possono assumere una forma leggermente diversa in funzione delle temperature durante lo sviluppo.
Se raccolta in autunno-inverno, prima dell’ingrossamento del bulbo, quando è ancora un cipollotto o sponzale, è perfetta da mangiare cruda. A piena maturazione, è ingrediente fondamentale di molti piatti della cucina tradizionale, in particolare delle preparazioni di mare (polpo, zuppa di pesce, zuppa di telline). 

Stagionalità


La cipolla rossa di Margherita di Savoia si raccoglie tra maggio e giugno e si conserva per qualche mese.

Torna all'archivio >
La coltivazione della cipolla fa parte della storia agricola contadina delle saline di Margherita di Savoia, ma quella rossa è un prodotto a forte rischio di estinzione, perché è stata quasi completamente soppiantata da altre varietà.
Oggi poche famiglie conservano i semi di questo ecotipo: li riproducono ogni anno, li scambiano tra loro quando necessario e li coltivano per il consumo familiare e la commercializzazione locale. Il Presidio è nato per salvare e riportare nei campi e sulla tavola questo prodotto tradizionale, indissolubilmente legato alla sabbia, al mare e alla cucina locale.

Presidio sostenuto da
: Regione Puglia 
 

Produttori

L’Arenile Soc. Coop.
Via Africa Orientale, 1
Margherita di Savoia (Bat)
Referente Gioacchino renza
Tel. 331 6382968
larenilecoop@pec.it

Faustina Marrocchelli
Via Saverio Mercadante, 45
Tel. 338 2309645
agronomo.piazzolla@tiscali.it

Mariangela Muggeo
VIa Bassetto, 17
Margherita di Savoia (Bat)
Tel. 349 0651408
agricolaturco@gmail.com
La coltivazione della cipolla fa parte della storia agricola contadina delle saline di Margherita di Savoia, ma quella rossa è un prodotto a forte rischio di estinzione, perché è stata quasi completamente soppiantata da altre varietà.
Oggi poche famiglie conservano i semi di questo ecotipo: li riproducono ogni anno, li scambiano tra loro quando necessario e li coltivano per il consumo familiare e la commercializzazione locale. Il Presidio è nato per salvare e riportare nei campi e sulla tavola questo prodotto tradizionale, indissolubilmente legato alla sabbia, al mare e alla cucina locale.

Presidio sostenuto da
: Regione Puglia 
 

Produttori

L’Arenile Soc. Coop.
Via Africa Orientale, 1
Margherita di Savoia (Bat)
Referente Gioacchino renza
Tel. 331 6382968
larenilecoop@pec.it

Faustina Marrocchelli
Via Saverio Mercadante, 45
Tel. 338 2309645
agronomo.piazzolla@tiscali.it

Mariangela Muggeo
VIa Bassetto, 17
Margherita di Savoia (Bat)
Tel. 349 0651408
agricolaturco@gmail.com

Territorio

NazioneItalia
RegionePuglia

Altre informazioni

CategorieOrtaggi e conserve vegetali