Cipolla dell’acqua di Santarcangelo

Presidio Slow Food

Italia

Emilia Romagna

Ortaggi e conserve vegetali

Torna all'archivio >
Cipolla dell’acqua di Santarcangelo

La cipolla di Santarcangelo, detta anche cipolla dell’acqua, zvòla da aqua, è una cipolla bionda precoce, dolcissima e di grandi dimensioni: può arrivare a pesare addirittura un chilo. Si chiama così perché la sua coltivazione richiede molta acqua che un tempo veniva prelevata dai fossi diretti ai mulini.
Fino agli anni ’40 del secolo scorso, infatti, dal fiume Marecchia si dipartivano numerosi fossi usati “a tempo” e alternativamente da agricoltori e mugnai. Alcuni contadini usavano l’acqua per irrigare orti in cui si coltivavano cipolle, aglio, rape e fagioli. La cipolla era irrigata per scorrimento, scavando tra una fila e l’altra dei piccoli fossi. L’area di coltivazione tradizionale è la zona bassa del torrente Marecchia: soprattutto sulla sponda di Corpolò. In pratica si coltivava ovunque ci fossero fosse di acqua del Marecchia, in particolare nel paese di Santarcangelo: i suoi abitanti erano addirittura denominati cipolloni, zvùléun, dai vicini riminesi.
La semina avviene nel mese di gennaio e a marzo si trapiantano le piantine. La raccolta inizia a luglio e termina tra fine agosto e settembre. Si lasciano le cipolle al sole per almeno un mese e poi si spostano all’ombra e al fresco, legate in trecce (reste) che si conservano fino all’11 novembre, giorno di San Martino, data in cui a Santarcangelo si tiene un’amatissima fiera.
La cipolla dell’acqua si mangia sia cruda che cotta, in moltissime preparazioni, dalla semplice piadina a ricette più elaborate, salate e dolci.

Stagionalità

La cipolla si raccoglie da metà luglio fino a fine agosto.

Torna all'archivio >
La coltivazione della cipolla dell’acqua è stata fiorente per tutta la prima metà del ’900, ma poi ha subito un progressivo abbandono. È sopravvissuta grazie alla volontà di pochi agricoltori, che l’hanno tramandata sino ai giorni nostri.
Il Presidio Slow Food affianca l’impegno dell’amministrazione locale per la conservazione di questa varietà locale. Il suo disciplinare è rigoroso: tutela il delicato processo tradizionale di riproduzione della semente e prevede l’adozione di pratiche colturali sostenibili, come rotazioni biennali o triennali, l’uso esclusivo della concimazione organica e il divieto di diserbo chimico.

Area di produzione
Comune di Santarcangelo e parte dei Comuni di Rimini, Verucchio e Poggio Torriana lungo il fiume Marecchia.

Supportato da
Comune di Santarcangelo di Romagna

Produttori

Azienda Agricola Poli Hops
Via Corpolò Fossatone
Rimini
Tel. 328 2710090 (Fabio Polidori)
polihops@gmail.com

Società Agricola L’Arcangelo 
Via dell’Uso, 876
Santarcangelo di Romagna (Rn)
Tel. 338 2764650 (Miriam Francisconi)
soc.agricolaarcangelo@gmail.com

Azienda Agricola Cono D’Elia
Via Santarcangelo Bellaria, 1225
Giola (Rn)
Tel. 366 3793897 (Rosanna Fabbri)
conodelia5@gmail.com

Azienda Agricola SC
Via dell’Uso, 1848
Santarcangelo di Romagna (Rn)
Tel. 335 5876053 (Cesarino Scarpellini)
scarpellini.cesarino@libero.it

Referente Slow Food
Serena Boschi
Tel. 331 7689938
riminiesanmarino@network.slowfood.it

Referente dei produttori
Fabio Polidori 
Tel. 328 2710090
polihops@gmail.com
La coltivazione della cipolla dell’acqua è stata fiorente per tutta la prima metà del ’900, ma poi ha subito un progressivo abbandono. È sopravvissuta grazie alla volontà di pochi agricoltori, che l’hanno tramandata sino ai giorni nostri.
Il Presidio Slow Food affianca l’impegno dell’amministrazione locale per la conservazione di questa varietà locale. Il suo disciplinare è rigoroso: tutela il delicato processo tradizionale di riproduzione della semente e prevede l’adozione di pratiche colturali sostenibili, come rotazioni biennali o triennali, l’uso esclusivo della concimazione organica e il divieto di diserbo chimico.

Area di produzione
Comune di Santarcangelo e parte dei Comuni di Rimini, Verucchio e Poggio Torriana lungo il fiume Marecchia.

Supportato da
Comune di Santarcangelo di Romagna

Produttori

Azienda Agricola Poli Hops
Via Corpolò Fossatone
Rimini
Tel. 328 2710090 (Fabio Polidori)
polihops@gmail.com

Società Agricola L’Arcangelo 
Via dell’Uso, 876
Santarcangelo di Romagna (Rn)
Tel. 338 2764650 (Miriam Francisconi)
soc.agricolaarcangelo@gmail.com

Azienda Agricola Cono D’Elia
Via Santarcangelo Bellaria, 1225
Giola (Rn)
Tel. 366 3793897 (Rosanna Fabbri)
conodelia5@gmail.com

Azienda Agricola SC
Via dell’Uso, 1848
Santarcangelo di Romagna (Rn)
Tel. 335 5876053 (Cesarino Scarpellini)
scarpellini.cesarino@libero.it

Referente Slow Food
Serena Boschi
Tel. 331 7689938
riminiesanmarino@network.slowfood.it

Referente dei produttori
Fabio Polidori 
Tel. 328 2710090
polihops@gmail.com

Territorio

NazioneItalia
RegioneEmilia Romagna

Altre informazioni

CategorieOrtaggi e conserve vegetali