Bella di Garbagna

Italia

Piemonte

Frutta fresca, secca e derivati

Torna all'archivio >
Bella di Garbagna

Fino all’inizio degli anni ’80 Garbagna, un piccolo paese di poche centinaia di abitanti, era conosciuto per le sue ciliegie. Si coltivavano le pistoiesi, le grisone (più tardive), ma soprattutto la Bella: un durone di colore rosso brillante, con il picciolo medio lungo, molto croccante e quindi particolarmente adatta alla conservazione sotto spirito.
Tutta la vallata era ricoperta di ciliegi e, nel mese di maggio, si organizzava la passeggiata sotto gli alberi in fiore. Ai primi di giugno tutte le famiglie si dedicavano alla raccolta: sugli alberi salivano i più giovani mentre gli anziani rimanevano a terra e reggevano le lunghe scale a pioli. Il fusto dell’albero delle Belle di Garbagna è infatti alto e vigoroso e la raccolta manuale anche oggi è inevitabile. Subito a terra si faceva una selezione delle ciliegie migliori che si sistemavano in cassette basse. Chi aveva più alberi faceva venire i raccoglitori anche da fuori, e sovente il compenso era in natura: metà del raccolto al proprietario dell’albero e l’altra metà al raccoglitore. Delle migliaia di quintali raccolti annualmente fino a circa vent’anni fa (nel 1981 la produzione fu di 5 mila quintali) si è scesi ai 40 quintali attuali, ma solo nelle stagioni migliori: la Bella è stata abbandonata perché meno resistente delle altre varietà, con l’umidità si spacca e questo ostacola l’utilizzo in pasticceria, dove sono richieste ciliegie integre e senza difetti.
La Bella di Garbagna è la classica ciresa da spirito, dolce e croccante, che si conserva bene nell’alcol, senza sfaldarsi, mantenendo consistenza e sapore. È ideale come ripieno per i Boeri e infatti un tempo era ricercatissima per questo scopo. È ottima anche sotto forma di confettura, oppure come materia prima per la produzione di liquori. Con cannella oppure con chiodi di garofano, diventa un accompagnamento inusuale ma estremamente interessante per le carni.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • Yes   No

Stagionalità

La raccolta si svolge in maggio-luglio. Durante l resto dell'anno può essere consumata come trasformato.

Torna all'archivio >
Oggi l’industria della pasticceria e della cioccolateria utilizza perlopiù ciliegie di Vignola, una varietà emiliana più produttiva. Ed è a Volpedo, un paese non molto lontano dalla Val Grue, che si trovano i grandi commercianti e confezionatori di frutta. Tutto il raccolto locale oggi confluisce nei suoi magazzini all’ingrosso, in modo indifferenziato: nessuno riconosce un valore particolare alla Bella. Eppure gli artigiani pasticceri di un tempo la prediligevano: il Presidio vuole valorizzare l’attività di quest’ultimi che ancora lavorano secondo tradizione. Prossimo obbiettivo è quello di identificare nuovi coltivatori ed allargare così la base produttiva.

Area di produzione
Comune di Garbagna e Val Grue (provincia di Alessandria).

Presidio sostenuto da
Comunità Montana Terre di Giarolo, Comune di Garbagna
Franco e Danilo Fascioli
Garbagna (Al)
frazione Cà dei Bianchi, 1
tel. 339 7749011
338 2152841

Maria Gennaro
Garbagna (Al)
Frazione Santa Cristina
tel. 0131 877817
339 3617024

La Martina
di Raffaella Urban
Garbagna (Al)
frazione Costigliola, 1/2
tel. 0131 877751
348 5224464
338 6514200
fabrizio.guglielmone@gmail.com

Aldo e Massimo Pisacco
Garbagna (Al)
frazione Ca' dei Bianchi
tel. 0131 877694
338 4392377
massimopisacco@gmail.com
Massimo Pisacco produce anche confetture, liquori, composte di ciliegie e succhi.
Referente del Presidio
Massimo Pisacco
tel. 338 4392377
massimopisacco@gmail.com

Responsabile Slow Food del Presidio
Marco Dell’Era
tel. 338 3147625
mdellera65@gmail.com
Oggi l’industria della pasticceria e della cioccolateria utilizza perlopiù ciliegie di Vignola, una varietà emiliana più produttiva. Ed è a Volpedo, un paese non molto lontano dalla Val Grue, che si trovano i grandi commercianti e confezionatori di frutta. Tutto il raccolto locale oggi confluisce nei suoi magazzini all’ingrosso, in modo indifferenziato: nessuno riconosce un valore particolare alla Bella. Eppure gli artigiani pasticceri di un tempo la prediligevano: il Presidio vuole valorizzare l’attività di quest’ultimi che ancora lavorano secondo tradizione. Prossimo obbiettivo è quello di identificare nuovi coltivatori ed allargare così la base produttiva.

Area di produzione
Comune di Garbagna e Val Grue (provincia di Alessandria).

Presidio sostenuto da
Comunità Montana Terre di Giarolo, Comune di Garbagna
Franco e Danilo Fascioli
Garbagna (Al)
frazione Cà dei Bianchi, 1
tel. 339 7749011
338 2152841

Maria Gennaro
Garbagna (Al)
Frazione Santa Cristina
tel. 0131 877817
339 3617024

La Martina
di Raffaella Urban
Garbagna (Al)
frazione Costigliola, 1/2
tel. 0131 877751
348 5224464
338 6514200
fabrizio.guglielmone@gmail.com

Aldo e Massimo Pisacco
Garbagna (Al)
frazione Ca' dei Bianchi
tel. 0131 877694
338 4392377
massimopisacco@gmail.com
Massimo Pisacco produce anche confetture, liquori, composte di ciliegie e succhi.
Referente del Presidio
Massimo Pisacco
tel. 338 4392377
massimopisacco@gmail.com

Responsabile Slow Food del Presidio
Marco Dell’Era
tel. 338 3147625
mdellera65@gmail.com

Territorio

NazioneItalia
RegionePiemonte

Altre informazioni

CategorieFrutta fresca, secca e derivati