Antiche mele dell’Etna

Italia

Sicilia

Frutta fresca, secca e derivati

Torna all'archivio >
Antiche mele dell’Etna

Nei terreni agricoli alle pendici dell’Etna, all’interno di quello che oggi è un Parco Naturale, un tempo erano coltivate mele, pere e ciliegie, in consociazione tra loro e con altre essenze vegetali delle aree montuose mediterranee. Gli agricoltori diversificavano la coltivazione dei frutti antichi da loro stessi selezionati sulla montagna iniziando con la raccolta delle ciliegie, proseguendo con le pere e finendo con le mele. Proprio le antiche varietà di melo hanno rappresentato fino agli anni ‘70 la più forte e radicata biodiversità pomologica dell’Etna, con una ventina di varietà più o meno diffuse. Le più apprezzate erano quattro: la cola, bianca e lentigginosa con un sapore leggermente acidulo, la più conosciuta, il cui nome sembra legato ai primi impianti che si trovavano nelle vicinanze del convento di San Nicola a Nicolosi; la gelato, dolcissima e dal colore paglierino; la gelato cola, con caratteristiche intermedie tra le prime due, quasi a simularne una mescolanza genetica; ed infine la cirino (di cui se ne trovano al momento pochissime piante), piccola mela con un buccia cerulea e venature rossastre diffuse. A partire da quegli anni, le antiche varietà sono state progressivamente sostituite da Golden e Red Delicious, molto più produttive e apprezzate dal mercato di quel tempo. Con il passare degli anni, l’introduzione di nuove varietà è stata sempre più insistente soprattutto con cultivar internazionali. Inoltre, anche il territorio etneo è stato coinvolto nella crisi generale della melicoltura europea con una progressiva riduzione di importanza del comparto.
Oggi solo pochi coltivatori continuano a preservare le antiche varietà di mele dell’Etna, coltivandole in asciutta e nel rispetto del territorio, tra gli 800 e i 1500 metri di altitudine, nel Parco dell’Etna. Le produzioni non superano le poche centinaia di quintali, spesso vendute nei mercati locali.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • YesNo

Stagionalità

Le mele si raccolgono dalla fine di settembre fino all’inizio di novembre a seconda dell’altitudine, partendo dagli impianti più bassi

Torna all'archivio >
Slow Food, grazie al sostegno del Parco Naturale dell’Etna, ha messo insieme alcuni dei custodi di queste antiche mele al fine di recuperare un panorama varietale storico del Parco dell’Etna, restituire dignità ai piccoli agricoltori ancora oggi motivati e consapevoli dell’importanza di mantenere il patrimonio vegetale storico della montagna.

Area di produzione
Parco dell’ Etna, provincia di Catania.

Presidio sostenuto da
Parco dell’ Etna

I 32 coltivatori del Presidio delle antiche mele dell’Etna sono riuniti nella Cooperativa Zaufanah:
Angela Maria Barbagallo, Rosaria Giuseppa Barbagallo, Salvatore Barbagallo, Giuseppe Cannavó, Gaetano Carbonaro, Salvatore Catalano, Rosaria Coco, Alfio Salvatore Leonardi, Filippo Leonardi, Vincenzo Leonardi, Santuzza Leotta, Alfio Maccarone, Giuseppe Maccarone, Salvatore Marletta, Giovanni Motta, Sebastiano Motta, Alfio Pappalardo, Carla Pappalardo, Emilio Pappalardo, Angelo Petralia, Antonio Pulvirenti, Vincenzo Raciti, Barbarino Rizzo, Antonino Russo, Vincenzo Russo, Alfio Riccardo Sciuto, Alfio Carmelo Scuderi, Vito Terlato, Giuseppe Tomarchio, Jessica Ilenia Tomarchio, Antonino Torrisi, Antonella Tredicine

Zafferana Etnea (CT)
Via Leonardo Sciascia, 1
Tel. 329 6313407 – 380 3612202
info@zaufanah.it
www.zaufanah.it
Responsabile Slow Food
Roberta Capizzi
tel.339 4778067
roberta_capizzi@libero.it

Referente dei produttori
Alfio Salvatore Leonardi
329 6313407
info@zaufanah.com
Slow Food, grazie al sostegno del Parco Naturale dell’Etna, ha messo insieme alcuni dei custodi di queste antiche mele al fine di recuperare un panorama varietale storico del Parco dell’Etna, restituire dignità ai piccoli agricoltori ancora oggi motivati e consapevoli dell’importanza di mantenere il patrimonio vegetale storico della montagna.

Area di produzione
Parco dell’ Etna, provincia di Catania.

Presidio sostenuto da
Parco dell’ Etna

I 32 coltivatori del Presidio delle antiche mele dell’Etna sono riuniti nella Cooperativa Zaufanah:
Angela Maria Barbagallo, Rosaria Giuseppa Barbagallo, Salvatore Barbagallo, Giuseppe Cannavó, Gaetano Carbonaro, Salvatore Catalano, Rosaria Coco, Alfio Salvatore Leonardi, Filippo Leonardi, Vincenzo Leonardi, Santuzza Leotta, Alfio Maccarone, Giuseppe Maccarone, Salvatore Marletta, Giovanni Motta, Sebastiano Motta, Alfio Pappalardo, Carla Pappalardo, Emilio Pappalardo, Angelo Petralia, Antonio Pulvirenti, Vincenzo Raciti, Barbarino Rizzo, Antonino Russo, Vincenzo Russo, Alfio Riccardo Sciuto, Alfio Carmelo Scuderi, Vito Terlato, Giuseppe Tomarchio, Jessica Ilenia Tomarchio, Antonino Torrisi, Antonella Tredicine

Zafferana Etnea (CT)
Via Leonardo Sciascia, 1
Tel. 329 6313407 – 380 3612202
info@zaufanah.it
www.zaufanah.it
Responsabile Slow Food
Roberta Capizzi
tel.339 4778067
roberta_capizzi@libero.it

Referente dei produttori
Alfio Salvatore Leonardi
329 6313407
info@zaufanah.com

Territorio

NazioneItalia
RegioneSicilia

Altre informazioni

CategorieFrutta fresca, secca e derivati