Aglio storico di Caraglio

Italia

Piemonte

Ortaggi e conserve vegetali

Torna all'archivio >
Aglio storico di Caraglio

Il territorio del piccolo Comune di Caraglio, nella zona pedemontana della Valle Grana, è da sempre particolarmente vocato per la coltivazione dell’aglio. Grazie alla vicinanza delle Alpi, gli inverni sono freddi e nevosi, mentre le primavere e le estati sono fresche e ventilate, e questo microclima dona all’aglio (cotto ma anche crudo) un sapore delicato e una facile digeribilità.
La semina avviene in autunno e l’aglio è coltivato secondo tecniche tradizionali: lavorazioni manuali, niente chimica di sintesi, rotazione almeno triennale con leguminose (ad esempio lenticchie e fagioli), cereali (come mais ottofile e barbarià, una consociazione di segale e frumento usata in passato dai contadini per produrre una farina particolare) e altre specie (come patate e cavoli) coltivate su terreno eventualmente fertilizzato con letame bovino maturo.
La pianta è vigorosa e rustica, il bulbo ha dimensioni piccole (20-60 mm) e spicchi affusolati con striature color rosso vinaccia. Dopo la raccolta si fanno seccare i bulbi sui graticci e quindi si confezionano, rigorosamente a mano.
Al naso l’aglio storico di Caraglio offre profumi e aromi delicati, che si ritrovano anche al palato. La persistenza gustativa lo rende un ingrediente ideale per alcune preparazioni tipiche piemontesi come la soma d’aj (una bruschetta con pane casareccio, aglio, olio extravergine e sale), la bagna cauda (una salsa a base di aglio e acciughe) e il bagnetto verde.

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • Yes   No

Stagionalità

L’aglio storico di Caraglio si raccoglie a San Giovanni, il 24 giugno. Dopo la fase dell’essicazione (di almeno 40 giorni) è pronto per essere consumato.

Torna all'archivio >
Alcuni detti popolari (ad esempio la filastrocca “a Caraj l'an piantà j aj j an nen bagnaj, j aj sun seccaj”, ovvero “a Caraglio hanno piantato l'aglio, ma non l'hanno bagnato e l'aglio è seccato”) testimoniano l’antico legame di questo paese con la coltivazione dell’aglio; una tradizione che, però, si è interrotta intorno agli anni Cinquanta. Inoltre a Caraglio esistono un paio di feste dell’aglio: una la terza domenica di novembre e una il 23 giugno, vigilia di San Giovanni, durante la quale i produttori presentano il raccolto e donano una testa d’aglio ai bambini nati da poco, come buon augurio.
Negli ultimi anni, grazie a un piccolo Consorzio locale, la coltivazione è ripresa ma solo recentemente i produttori sono riusciti a recuperare l'ecotipo originario, grazie a una famiglia di Caraglio che ha preservato la semente autentica.
Ogni anno i produttori selezionano gli spicchi più belli e si scambiano il seme nell’ambito del Consorzio, per dargli più vigore e adattabilità.
Il Presidio è nato per supportare il lavoro del Consorzio e per valorizzare questo prodotto, con l’obiettivo di favorire la ripresa della coltivazione dell’aglio anche in alcune aree marginali incolte e di coinvolgere progressivamente nuovi produttori.

Area di produzione
Il territorio del Comune di Caraglio (provincia di Cuneo)

Presidio sostenuto da
Banca di Caraglio, del Cuneese e della Riviera dei Fiori – Credito Cooperativo
Giuliano Abbà
Caraglio (Cn)
Frazione Paschera San Defendente, 6
Tel. 328 7623579

Fattoria dell’aglio
di Sandra Arneodo e Debora Giarino
Caraglio (Cn)
Via Roma, 1
Tel. 0171 618856 - 347 9095702
info@fattoriadellaglio.it

Ornella Ferrero
Caraglio (Cn)
Via Bottonasco, 31
Tel. 380 5287921
er.minio@libero.it

Gabriella Giordanengo
Caraglio (Cn)
Frazione Vallera, 119
Tel. 340 7267432

Massimo Morre
Caraglio (Cn)
Via Rittanolo, 26
Tel. 339 7325769
morre@agliodicaraglio.it

La Reala
di Annamaria Oggero
Caraglio (Cn)
Frazione San Lorenzo
Via Reala
Tel. 320 3466106

Natalino Rinaldi
Caraglio (Cn)
Via Castelletto Stura, 4
Tel. 320 2375802 – 335 8168321

Manuela Rovera
Caraglio (Cn)
Frazione Paschera San Defendente, 62
Tel. 0171 817286 – 335 8099056
culumbot@libero.it
Referente dei produttori del Presidio
Aurelio Agnese
Tel. 347 9095702
info@fattoriadellaglio.it

Responsabile Slow Food del Presidio
Carlo Rocca
Tel. 335 8099056
culumbot@libero.it

Alcuni detti popolari (ad esempio la filastrocca “a Caraj l'an piantà j aj j an nen bagnaj, j aj sun seccaj”, ovvero “a Caraglio hanno piantato l'aglio, ma non l'hanno bagnato e l'aglio è seccato”) testimoniano l’antico legame di questo paese con la coltivazione dell’aglio; una tradizione che, però, si è interrotta intorno agli anni Cinquanta. Inoltre a Caraglio esistono un paio di feste dell’aglio: una la terza domenica di novembre e una il 23 giugno, vigilia di San Giovanni, durante la quale i produttori presentano il raccolto e donano una testa d’aglio ai bambini nati da poco, come buon augurio.
Negli ultimi anni, grazie a un piccolo Consorzio locale, la coltivazione è ripresa ma solo recentemente i produttori sono riusciti a recuperare l'ecotipo originario, grazie a una famiglia di Caraglio che ha preservato la semente autentica.
Ogni anno i produttori selezionano gli spicchi più belli e si scambiano il seme nell’ambito del Consorzio, per dargli più vigore e adattabilità.
Il Presidio è nato per supportare il lavoro del Consorzio e per valorizzare questo prodotto, con l’obiettivo di favorire la ripresa della coltivazione dell’aglio anche in alcune aree marginali incolte e di coinvolgere progressivamente nuovi produttori.

Area di produzione
Il territorio del Comune di Caraglio (provincia di Cuneo)

Presidio sostenuto da
Banca di Caraglio, del Cuneese e della Riviera dei Fiori – Credito Cooperativo
Giuliano Abbà
Caraglio (Cn)
Frazione Paschera San Defendente, 6
Tel. 328 7623579

Fattoria dell’aglio
di Sandra Arneodo e Debora Giarino
Caraglio (Cn)
Via Roma, 1
Tel. 0171 618856 - 347 9095702
info@fattoriadellaglio.it

Ornella Ferrero
Caraglio (Cn)
Via Bottonasco, 31
Tel. 380 5287921
er.minio@libero.it

Gabriella Giordanengo
Caraglio (Cn)
Frazione Vallera, 119
Tel. 340 7267432

Massimo Morre
Caraglio (Cn)
Via Rittanolo, 26
Tel. 339 7325769
morre@agliodicaraglio.it

La Reala
di Annamaria Oggero
Caraglio (Cn)
Frazione San Lorenzo
Via Reala
Tel. 320 3466106

Natalino Rinaldi
Caraglio (Cn)
Via Castelletto Stura, 4
Tel. 320 2375802 – 335 8168321

Manuela Rovera
Caraglio (Cn)
Frazione Paschera San Defendente, 62
Tel. 0171 817286 – 335 8099056
culumbot@libero.it
Referente dei produttori del Presidio
Aurelio Agnese
Tel. 347 9095702
info@fattoriadellaglio.it

Responsabile Slow Food del Presidio
Carlo Rocca
Tel. 335 8099056
culumbot@libero.it