Orto comunitario “Il Giardino di Roberta”

Torna all'archivio >

Marocco

Béni Mellal-Khenifra

Il Giardino didattico di Roberta è stato pensato per essere un esempio di sostenibilità e valorizzazione dei prodotti locali. Qui si organizzano formazioni, incontri e degustazioni con i bambini delle scuole della zona. In queste occasioni si pianta, si semina, si annusa e si assaggia, per scoprire la biodiversità locale attraverso attività ludiche e didattiche a contatto con l’orto.
L’orto fa parte di un progetto più ampio di gemellaggio e sostegno alla comunità locale da parte della Comunità il Giardino di Roberta e la condotta Slow Food Colli del Valdarno Superiore.

Slow Food in Marocco

Il Marocco è un paese vasto con un’incredibile varietà di paesaggi, culture, tradizioni. Si affaccia sul Mediterraneo a nord ma abbraccia l’oceano in tutta la sua lunghezza, è attraversato da un’imponente catena montuosa che dalle alture innevate oltre i 4000 metri si allunga fino al deserto e alle meravigliose oasi del sud. I marocchini amano dire che il loro è “il paese più bello del mondo”. Slow Food ha inizialmente fatto la sua apparizione in Marocco grazie ad alcuni tra i suoi Presìdi storici, come l’olio di argan, lo zafferano di Taliouine, il sale di Zerradoun, il cumino di Alnif. Il progetto degli orti ha poi contribuito a creare e a consolidare una rete di persone consapevoli dell’importanza della biodiversità locale e delle tradizioni gastronomiche a essa legate, soprattutto in alcune scuole intorno alla capitale, nelle Oasi di Errachidia e sull’Atlas nei pressi Marrakech. Oggi la rete si organizza intorno alle condotte e alle comunità di Terra Madre.

Informazioni sull'orto

Tipo:Comunitario
Coordinatore:Souhad Azennoud