La prima rete nazionale di produttori di miele di qualità

La Rete dei Mieli d’Etiopia è nata per valorizzare una delle produzioni più rappresentative del paese. Il punto di partenza sono stati quattro Presìdi Slow Food: il miele bianco del Tigrai, il miele del vulcano Wenchi, il miele di Rira e il miele di BoreNel 2009 la rete si è rafforzata, collegando i Presìdi a diverse comunità di apicoltori di Terra Madre.

Il progetto è nato da una collaborazione tra Slow Food e alcuni partner italiani: Modena per gli Altri (MOxA), Parma per gli Altri (PPA) e CONAPI (Consorzio degli Apicoltori e degli Agricoltori Biologici Italiani)

Creata per salvaguardare un settore che più di ogni altro rappresenta la biodiversità e la ricchezza del territorio, la rete offre una sorta di mappa dei migliori mieli artigianali d’Etiopia e, oltre a fornire assistenza tecnica ai produttori, promuove anche i derivati della produzione del miele, come la cera e il propoli.

L’obiettivo di medio-lungo termine è l’organizzazione di una buona rete commerciale, che consenta agli apicoltori della rete, anche a quelli che vivono nelle zone più sperdute, di accedere al mercato nazionale, ottenendo così un prezzo adeguato agli sforzi compiuti per migliorare la qualità del miele.

Le comunità coinvolte
A oggi la rete Mieli d’Etiopia comprende i quattro Presìdi (miele del vulcano Wenchi, miele bianco del Tigrai, miele di Rira e miele di Bore) e le comunità del cibo nelle località di Gassa Chare (Dawro Konta), Wolisso, Shalala, Horde, Getche, Badogo, Wondo e Wassarà.

Le caratteristiche di ciascun miele sono diverse, come lo sono i territori di provenienza: ognuna di queste zone, infatti, ha particolarità ambientali e climatiche uniche, e dunque, essenze floreali specifiche.

Clicca qui e scarica il depliant della rete dei mieli!

Per maggiori informazioni

Tiginesh Mitik Beyene
tel. +251 910303919
tiginesh@gmail.com

 

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • Yes   No