L’Alleanza Slow Food dei cuochi arriva in Islanda!

L’Alleanza Slow Food dei cuochi in Islanda si unisce alla vasta rete Slow Food di cuochi il cui impegno è cucinare e valorizzare prodotti dell’Arca del Gusto, dei Presìdi Slow Food e di altre comunità di produttori locali.

Il progetto dell’Alleanza conta oltre 800 cuochi in diciotto paesi (Albania, Argentina, Belgio, Brasile, Canada, Colombia, Ecuador, Francia, Germania, India, Italia, Kenya, Marocco, Messico, Paesi Bassi, Regno Unito, Russia e Uganda). L’Islanda è il diciannovesimo paese che aderisce al progetto. 

Dominique Plédel Jónsson, Presidente di Slow Food Reykjavik: “L’Islanda è sempre stata un laboratorio vivente per la tutela del patrimonio alimentare e delle tradizioni a esso collegate. Al tempo stesso, tuttavia, la gastronomia non ha ricevuto in passato particolare attenzione. A causa delle condizioni naturali avverse che caratterizzano il territorio, le prime generazioni hanno combattuto una vera e propria lotta per la sopravvivenza. La necessità all’epoca era soprattutto quella di sviluppare soluzioni creative per sopperire alla mancanza di sale, legna per il fuoco, verdure e frutti commestibili.

Nel XX secolo anche i cuochi islandesi hanno cominciato a connettersi con Europa e America e hanno raccolto tradizioni e tecniche provenienti da altri paesi. Dopo un primo periodo di forte influenza e sperimentazione, l’Islanda ha iniziato a competere a livello internazionale e gli chef hanno riscoperto il patrimonio del loro paese, partendo dall’utilizzo di materie prime locali eccezionali, principalmente pesce e agnello. La valorizzazione di questi ingredienti ha portato rapidamente alla creazione di nuove ricette. Per esempio, la tutela della Pecora islandese, una razza a bordo dell’Arca del gusto, sta effettivamente motivando gli chef di diversi ristoranti della regione ad utilizzare questa carne nel loro menu.”

Gísli Matthías Auðunsson, cuoco del ristorante “Slippurinn” a Vestmannaeyjar e membro dell’Alleanza Slow Food, sta lavorando con 15 prodotti a bordo sull’Arca del Gusto di Slow Food, partendo da ricette tradizionali e adattandole al gusto dei consumatori moderni. Il suo obiettivo, dice: “rendere gli islandesi orgogliosi delle loro tradizioni alimentari.”

I cuochi che per il momento hanno aderito In Islanda sono:

Ari Thorsteinsson, Humarhöfnin, Höfn

Gísli Matthias Audunsson, Slippurinn, Vestmannaeyjar

Hinrik Carl Ellertsen, Hverfisgata 12, Reykjavik

Hrafnkell Sigridarson, Mat Bar, Reykjavik

Leifur Kolbeinsson, Marshall Restaurant, Reykjavik

Lucas Keller, The Cookoo‘s Nest, Reykjavik

Maria Gisladottir, Nýhöfn, Höfn

Ólafur Agústsson, Kex Hostel, Reykjavik

Sveinn Kjartansson, Aalto Bistro, Reykjavik

Thorir Bergsson, Bergsson Mathús, Reykjavik

  • Hai imparato qualcosa di nuovo da questa pagina?
    Did you learn something new from this page?

  • Yes   No
Torna all'archivio